Gli aquiloni sottomarini che catturano l’energia delle correnti

Energia rinnovabile grazie a degli speciali aquiloni sottomarini: alle isole Faroe è già realtà

7 Dicembre 2021 | di Valerio Caccavale

Draghi marini” o se preferite “aquiloni di marea“. Si tratta di speciali turbine subacquee che sfruttano l’energia delle correnti. Alle isole Faroe sono già presenti due turbine, ma presto potremmo vederle anche nel Mar Mediterraneo.

Trasformare il classico aquilone in uno strumento subacqueo per creare energia pulita e rinnovabile è un’idea su cui sta lavorando da qualche anno la società di ingegneria svedese Minesto, fondata nel 2007 come spin-off del produttore aerospaziale Saab. All’apparenza può suonare strano, ma i risultati di questa sofisticata tecnologia sono davvero rivoluzionari.

Il progetto, ideato nel 2009, si basa sulla tecnologia Deep Green che cattura l’energia delle maree attraverso un aquilone sottomarino. In effetti, il principio è lo stesso di un normale aquilone, con la differenza che questa nuova variante si muove sott’acqua riuscendo perciò a generare elettricità grazie alla potenza dell’oceano. Un esempio di questo progetto si può trovare nelle fredde acque del Nord Atlantico, in prossimità delle isole Faroe.

Gli aquiloni sottomarini alle isole Faroe

I due aquiloni sottomarini posizionati dal gruppo svedese alle isole Faroe hanno un’apertura alare di 5 metri e sono legati al fondale del fiordo da cavi metallici di  40 metri. Quello che rende efficace questa forma di tecnologia mareomotrice è proprio la stretta somiglianza con il volo dell’aquilone.

Il movimento della turbina è generato dalla portanza del flusso d’acqua, così come un aquilone vola grazie alla forza dell’aria. La corrente spinge quindi la turbina ad una velocità superiore al flusso effettivo. Si stima che ogni aquilone possa produrre abbastanza elettricità per alimentare circa 50-70 abitazioni.

Ma questo è solo il primo passo. L’amministratore delegato della società Minesto, Martin Edlund ha dichiarato che nel 2022 inizierà una produzione su larga scala con alcuni perfezionamenti. Secondo Edlund, infatti, i nuovi aquiloni avranno un’apertura alare di 12 metri e potranno generare 1,2 megawatt di potenza.

Enlit Europe: la scommessa sull’energia marina

All’edizione 2021 di Enlit Europe, evento che ha appena visto riunirsi a Milano i principali leader del settore energetico, ha partecipato anche Minesto. L’obiettivo di questa partnership è semplice: trovare un tipo di energia a costo zero con alte prestazioni e molti scommettono proprio sull’energia marina come nuovo baluardo della sostenibilità ambientale, grazie anche alle nuove tecnologie.

 

Valerio Caccavale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione