Una balena in via d’estinzione partorisce impigliata in una lenza da pesca. Rischia di morire anche il cucciolo

Al largo della Georgia, negli Stati Uniti, una balena franca, specie sempre più rara, ha partorito con una cima da pesca impigliata in bocca. Le ferite potrebbero impedirle di accudire il cucciolo

7 Dicembre 2021 | di Giuseppe Orrù
balena partorisce impigliata in una cima
La balena con la lenza impigliata in bocca e il suo cucciolo

Una balena franca (Eubalaena glacialis) dell’oceano Atlantico ha partorito con una grossa lenza impigliata in bocca. Le ferite potrebbero impedirle di accudire il cucciolo ed entrambi potrebbero essere “condannati” a morte.

La foto simbolo di quanto i mari di tutto il mondo e i suoi abitanti stiano soffrendo per mano dell’uomo è stata diffusa dalla Associated Press. Ripresa dall’alto si vede un grande esemplare di balena franca nordatlantica, una specie in via d’estinzione, che ha appena partorito il suo cucciolo, che le nuota vicino. Dalla bocca dell’esemplare adulto fuoriesce una cima da pesca, un’enorme lenza lunga diversi metri. E’ avvenuto al largo della costa della Georgia, negli Stati Uniti.

Clay George, un biologo della fauna selvatica del Dipartimento delle risorse naturali della Georgia, ha spiegato all’Associated Press che il cucciolo sembra essere illeso. Si tratterebbe della seconda nascita di balena franca nelle acque atlantiche degli Stati Uniti sudorientali. La stagione del parto, per questa specie, va solitamente da dicembre a marzo. Le balene franche del Nord Atlantico sono considerate in grave pericolo di estinzione: i ricercatori, infatti, ne stimano meno di 350 esemplari.

Dieci anni fa, nel 2011, si verificò un evento simile: una balena franca impigliata ha partorito e alla fine è riuscita a liberarsi dalla lenza. Ma la balena fotografata è già nota ai ricercatori e si trascina la cima da pesca impigliata in bocca almeno da marzo, quando questo esemplare è stato segnalato nella baia di Cape Cod, al largo della costa del Massachusetts. I biologi sono riusciti solo ad accorciare la lenza, prima che la balena si dirigesse a sud, ma senza poterla liberare.

Secondo il biologo, l’evento di una balena così gravemente compromessa che partorisce, potrebbe rivelarsi letale per entrambi: la madre, infatti, potrebbe avere problemi ad allattare il suo cucciolo e potrebbe non avere più la forza necessaria per continuare a trascinare la cima da pesca, con ferite in bocca costantemente aperte.

L’ultimo tentativo di liberare dalla cima la sfortunata balena risale a pochi giorni fa. I ricercatori si sono avvicinati con una barca ma hanno capito che qualsiasi tentativo di rimuovere o accorciare ulteriormente la sagola da pesca avrebbe comportato un rischio eccessivo sia per i due animali che per gli stessi ricercatori. La lenza che esce dalla parte sinistra della bocca è formata da due cime lunghe 6 metri. Il pericolo, secondo i biologi, è che possano annodarsi l’una con l’altra e che il piccolo possa rimanerci impigliato.

 

Fonte foto: Associated Press

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione