Mareggiata, a Rapallo inizia la ricostruzione del porto Carlo Riva. Via i relitti entro un mese e mezzo

Per il sindaco Carlo Bagnasco "l’emergenza è finita e per Pasqua Rapallo sarà interamente risistemata". Nuovo stanziamento di 4 milioni di euro. E già si annuncia una primavera di grandi eventi

16 gennaio 2019 | di Giuseppe Orrù
Lo yacht a ridosso del castello: da giorni si sta tentando di rimuoverlo
Lo yacht a ridosso del castello: da giorni si sta tentando di rimuoverlo

L’emergenza è finita“. A dirlo è Carlo Bagnasco, sindaco di Rapallo, che scandisce i tempi con un “cronoprogramma preciso e degli obiettivi“, che permetteranno di restituire una Rapallo completamente sistemata per il periodo di Pasqua, dopo la mareggiata del 29 ottobre.

Martedì 15 gennaio, intanto, c’è stato un nuovo incontro tra il primo cittadino e il governatore della Regione Liguria, Giovanni Toti, da cui è uscita un’apertura di spesa per 4 milioni di euro per il Golfo del Tigullio. “Mi sembra una risposta eccellente -ha commentato Bagnasco- da parte del governo e della Regione“.

IL PORTO

Il porto Carlo Riva lunedì 21 gennaio inizierà i lavori di ripristino delle strutture danneggiate. Si inizierà dal molo Duca degli Abruzzi. I lavori sono stati appaltati a una ditta ligure direttamente dal porto Carlo Riva, i cui tecnici sono attesi per venerdì in Comune per un incontro preliminare all’apertura del cantiere.

A ridosso del molo Duca degli Abruzzi c’è ancora Lady Sail, “un’imbarcazione meravigliosa -ha sottolineato Bagnasco- che tutti conoscono, con due alberi, affondata e che ora nessuno riconosce. Abbiamo trovato la quadra con gli assicuratori e si sta lavorando per portarla via, per permettere che la banchina venga risanata. Abbiamo tutte le rassicurazioni e le autorizzazioni per fare in modo che nei prossimi giorni venga rimossa“.

I RELITTI

È molto più complicato, invece, rimuovere lo yacht che si trova a ridosso del castello. Da quattro giorni le ditte specializzate stanno tentando di imbragarla ma ci sono difficoltà tecniche. “Tempo permettendo -ha stimato il sindaco- questa imbarcazione andrà via in settimana”. Ma sono ancora molti i relitti che sono incagliati a ridosso della passeggiata. “In un mese e mezzo -ha spiegato Bagnasco- via tutte le imbarcazioni visibili sul lungo mare, da subito invece sono iniziati i lavori sulla passeggiata e alla ringhiera del lungomare. Si sta lavorando anche a San Michele di Pagana“.

Non ci sono però ancora certezze sui battelli. Il Comune di Rapallo sta lavorando ad un progetto per garantire l’entrata ai battelli, ma al momento non ci sono altri dettagli. È tuttavia probabile che l’ormeggio dei battelli venga allestito in un’altra posizione rispetto a quella abituale. “L’emergenza -ha dichiarato il primo cittadino- è finita dal punto di vista economico, perché abbiamo tutte le coperture finanziarie necessarie, ma non ancora a livello operativo, perché rimangono molti lavori da fare“.

Carlo Bagnasco ha scritto una lettera a tutti i turisti e proprietari delle seconde case per invitarli a Rapallo per la Pasqua, “per visitare una Rapallo completamente rinnovata“.

GLI EVENTI

A Rapallo, infatti, si annuncia già una primavera ricca di eventi. Sabato 23 e domenica 24 marzo ci sarà una festa in città dedicata alle famiglie e ai bambini, che avrà come ospite d’onore Cristina D’Avena. Sabato 30 marzo, invece, ci sarà prima serata della stagione con discoteca all’aperto, sul lungomare, con l’animazione di Radio Deejay, con cui si darà vita a un’importante campagna di promozione nazionale.

 

Giuseppe Orrù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione