A Rapallo rimosso dalla scogliera del castello il Pomi One, lo yacht su cui si arrampicò il sindaco per protesta

Le immagini esclusive delle operazioni di rimozione dello yacht che la mareggiata del 29 ottobre scorso ha scaraventato sulla scogliera del castello di Rapallo. Alcuni giorni fa il primo cittadino ci si era arrampicato sopra per gridare il suo disappunto

19 dicembre 2018 | di Giuseppe Orrù
La rimozione dello yacht Pomi One
La rimozione dello yacht Pomi One

Cambia ancora il paesaggio di Rapallo. Lo yacht Pomi One è stato rimosso nelle scorse ore, liberando così la scogliera del castello che, dallo scorso 29 ottobre, sembrava trattenerlo sulle sue grosse pietre. Nelle immagini esclusive di Liguria Nautica, le operazioni di rimozione.

In tante foto che da settimane documentano il disastro causato dalla mareggiata che ha colpito la Liguria, il Pomi One compare adagiato contro la parete del castello, il simbolo di Rapallo. Nei giorni scorsi, lo stesso yacht divenne ancora più “celebre” a causa di una clamorosa protesta. Il sindaco di Rapallo, Carlo Bagnasco, si arrampicò sul fly bridge dello yacht per lamentare i tempi della burocrazia che rallentano le operazioni di rimozione dei relitti nel porto e dalla passeggiata della cittadina del Tigullio, come ha raccontato Liguria Nautica in questo servizio.

Proseguono così le operazioni di rimozione dei relitti e delle imbarcazioni che lo scorso 29 ottobre hanno rotto gli ormeggi, finendo sulla passeggiata, sugli scogli o affondando. Rimorchiatori, pontoni, gru e sommozzatori lavorano senza sosta per cercare di sgomberare al più presto il porto “Carlo Riva” e la passeggiata, in modo da restituirlo ai diportisti e ai turisti e, soprattutto, tornare alla normalità al più presto. In fondo è quello che chiedeva il sindaco Bagnasco alcuni giorni fa, quando aveva indossato la fascia tricolore e si era arrampicato sul fly del Pomi One.

 

Giuseppe Orrù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione