Crociere, atteso boom di passeggeri nel 2022: Genova e La Speza tra i primi porti italiani

Prevista una crescita del 118% dei passeggeri movimentati a livello nazionale. Ecco i numeri più significativi del rapporto presentato da Risposte Turismo al Palacrociere di Savona in occasione della Italian Cruise Watch

1 Novembre 2021 | di Valerio Caccavale
Costa Crociere - Costa Smeralda a Savona
Costa Smeralda a Savona

Sappiamo che il settore turistico ha risentito più di tutti dell’emergenza Covid ma ora il comparto crocieristico è pronto a voltare pagina e le prospettive per il prossimo anno sono decisamente incoraggianti. Nel 2022 in Italia il mercato crocieristico potrebbe infatti raggiungere quota 5,8 milioni di passeggeri movimentati, con una crescita del 118% rispetto al 2021 e 2.900 toccate navi in più in tutti i porti.

A rivelarlo è il report presentato da Risposte Turismo, società di ricerca che analizza le dinamiche turistiche e offre un panorama preciso sui 42 porti crocieristici italiani, in occasione della decima edizione della Italian Cruise Watch, che si è svolta a Savona il 29 ottobre

“L’aumento previsto per gli investimenti nei porti – ha spiegato Francesco di Cesare, presidente di Risposte Turismo – è di 829 milioni di euro nel triennio 2022/24, soprattutto su infrastrutture, interventi di dragaggio e terminal. A partire dal 2021 fino al 2023 sono previsti 77 vari di nuove navi, il 60% delle quali di piccole dimensioni con meno di 1000 passeggeri”.

A che punto siamo nei porti italiani

Nel 2022, secondo le stime curate da Risposte Turismo, Civitavecchia confermerà il suo primato nella classifica degli scali crocieristici italiani, con 1,5 milioni di passeggeri movimentati. Subito dopo dovrebbe arrivare Palermo, mentre il terzo posto se lo contenderanno i porti di Genova e La Spezia con circa 750.000 passeggeri movimentati ciascuno. La Liguria dovrebbe quindi confermarsi prima regione italiana in questa speciale classifica, con circa 2 milioni di passeggeri movimentati complessivamente.

Poche settimane fa, intanto, il porto di Genova ha avviato una collaborazione con quello di Miami, con l’obiettivo di aumentare poprio i traffici crocieristici e di puntare sempre di più sulla sostenibilità e sull’innovazione per quanto riguarda il comparto nautico. Del resto, come è emerso nell’incontro avvenuto a Palazzo San Giorgio, la ripresa del turismo dovrà passare in primis dal porto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione