Coronavirus, la “nave ospedale” nel porto di Genova è pronta ad accogliere i primi pazienti: fino a 400 i posti letto

La Gnv Splendid è in grado di opsitare centinaia di pazienti, aumentando così la capacità ospedaliera della Liguria ed eventualmente di altre aree del Paese

19 Marzo 2020 | di Giuseppe Orrù

Nel porto di Genova è stata ufficialmente consegnata alla Regione Liguria la “nave ospedale” che la compagnia di navigazione GNV ha approntato per il sistema sanitario regionale, trasformando il traghetto Splendid in una struttura pienamente attrezzata per fornire assistenza ai pazienti affetti da Covid-19 e alle persone, in fase di dimissione ospedaliera, costrette a trascorrere un periodo in strutture controllate prima di rientrare nelle proprie abitazioni.

La compagnia del Gruppo MSC ha iniziato a lavorare al progetto insieme al RINA fin dall’inizio dell’emergenza, in stretto coordinamento con il sistema sanitario regionale e con la Protezione Civile, per definire una soluzione implementabile in brevissimo tempo e in grado di assistere centinaia di potenziali pazienti, aumentando così la capacità ospedaliera della Regione Liguria ed, in caso di necessità, di altre aree del Paese.

IL NOLEGGIO DELLA NAVE A 1 EURO

GNV ha sostenuto, insieme ad alcuni partner, gli investimenti per la trasformazione e l’allestimento della nave. Per rispondere tempestivamente all’emergenza sanitaria e consentire, nel frattempo, la valutazione di soluzioni alternative, la nave è stata messa nella disponibilità della Regione Liguria al valore simbolico di 1 euro fino al termine del periodo di emergenza dichiarato dal governo lo scorso 9 marzo. La Regione potrà quindi impiegarla attivando da subito l’accoglienza dei primi 25 degenti.

“Come Gruppo MSC – commenta Pierfrancesco Vago, presidente esecutivo di GNV e della divisione passeggeri del Gruppo MSC – abbiamo sentito il dovere, in questa situazione di emergenza, di muoverci con tempestività e di mettere a disposizione le nostre competenze e le nostre risorse per sviluppare una soluzione che possa rispondere alle esigenze del Paese, in particolare di Genova e della Liguria, avviando un progetto e accompagnandolo nella sua prima fase di sperimentazione”.

La consegna della nave è avvenuta giovedì 19 marzo, alla presenza del governatore della Liguria, Giovanni Toti, del sindaco di Genova, Marco Bucci, del presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale, Paolo Emilio Signorini, dell’amministratore delegato di GNV, Matteo Catani, dell’amministratore delegato del RINA, Ugo Salerno, della vicepresidente e assessore regionale alla Sanità della Regione Liguria, Sonia Viale, dell’assessore regionale alla Protezione Civile, Giacomo Giampedrone, del direttore generale della ASL 3, Luigi Carlo Bottaro e del direttore del dipartimento di emergenza dell’Ospedale Galliera, Paolo Cremonesi.

ALLESTIMENTO A TEMPO DI RECORD

L’iniziativa ha riscontrato l’immediata adesione di numerosi partner, che hanno messo gratuitamente a disposizione prodotti e servizi per dotare la nave di tutti i requisiti necessari, mentre il RINA ha fornito gratuitamente il proprio know-how e la lunga esperienza nel campo delle certificazioni e delle ispezioni nel settore marittimo.

L’azienda ha verificato così che il progetto rispettasse le normative vigenti, individuando il corretto equilibrio tra la tutela della sicurezza, le normative navali, le esigenze mediche proprie di una struttura ospedaliera indicate dalla ASL e l’urgenza di trovare un mezzo per aiutare le autorità e il servizio sanitario nazionale ad affrontare la diffusione del Covid-19.

“Siamo felici – afferma Ugo Salerno, amministratore delegato del RINA – di aver contribuito all’iniziativa di GNV, mettendo a disposizione le nostre competenze tecniche per un progetto che speriamo sia utile ed efficace per tutta la comunità. Abbiamo messo a punto un concept d’emergenza, così come lo è la situazione che stiamo affrontando, e vogliamo offrirlo a coloro che avranno la necessità di replicarlo”.

La Splendid è stata attrezzata a tempo record, in meno di una settimana, per fronteggiare una situazione di emergenza. E’ inizialmente in grado di offrire 25 posti letto in cabine singole, anche se è possibile atterezzare in breve tempo ulteriori cabine, fino a raggiungere un totale di 400 posti letto.

A BORDO DELLA NAVE

Oltre alla presenza di un’infermeria con posti letto e strumentazione di primo soccorso, la nave consente l’isolamento delle singole cabine, tutte provviste di bagno privato e configurate ora anche con aerazione esterna totalmente indipendente. Le cabine sono state dotate, inoltre, di televisione e di connessione Internet per rendere la degenza il più confortevole possibile.

Sul fronte dell’alimentazione, le aree di ristorazione presenti a bordo permettono la somministrazione dei pasti nel rispetto delle distanze di sicurezza previste dal DPCM. Insieme alle cabine sono state predisposte alcune aree separate, dedicate al personale sanitario e all’equipaggio, organizzate in modo da garantire standard idonei, comfort e flessibilità di utilizzo.

I GARAGE PRONTI A OSPITARE NUOVI SERVIZI SANITARI

In caso di necessità, la configurazione della M/n Splendid consente l’ulteriore ampliamento del progetto, grazie all’allestimento di unità di rianimazione e di terapia intensiva con unità modulari negli hangar della nave, luoghi facilmente accessibili e carrabili anche per i mezzi di soccorso, dunque particolarmente adatti ad essere utilizzati come ospedale da campo.

Nel 2017 GNV aveva già partecipato ad un progetto analogo in occasione dell’emergenza umanitaria provocata nei Caraibi dall’uragano Maria, affiancando diverse istituzioni con l’allestimento, negli hangar carrabili di una delle proprie navi, di un presidio poliambulatoriale complesso dotato di sale multiple, impianto di condizionamento e sistema antincendio indipendente.

Grazie a GNV – sottolinea Giovanni Toti, governatore della Liguria – per aver messo a disposizione questa nave, allestita a tempo record. E’ stato un grande lavoro di squadra tra il Gruppo MSC, GNV e il RINA, che hanno predisposto il progetto pilota a livello nazionale e la Regione Liguria, con la nostra Protezione civile e la task force sanitaria. Siamo la prima Regione ad aver individuato e attrezzato su tutto il territorio le strutture idonee ad ospitare sia persone in dimissione protetta dagli ospedali, per un periodo di convalescenza prima di tornare al proprio domicilio, sia persone che devono effettuare la quarantena in totale isolamento“.

 

Giuseppe Orrù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione