Fabio Rovazzi sceglie Genova vista dal mare come set per il suo ultimo videoclip

Rovazzi ha ambientato a Genova un rocambolesco inseguimento, che si conclude in mare, con la città sullo sfondo. Il suo nuovo videoclip “Faccio quello che voglio” ha ottenuto in pochi giorni 5 milioni di visualizzazioni

19 luglio 2018 | di Giuseppe Orrù
Rovazzi fugge davanti al waterfront di Genova
Rovazzi fugge davanti al waterfront di Genova

A pochi giorni dalla sua uscita, il nuovo videoclip di Fabio Rovazzi, intitolato “Faccio quello che voglio”, ha già ottenuto 5 milioni di visualizzazioni. Una parte del video, che dura ben 9 minuti, è ambientata a Genova. Dopo Milano, dove inizia la clip, la Superba è infatti la città più riconoscibile. Rovazzi l’ha scelta come set per la parte più movimentata del video, con un rocambolesco inseguimento che inizia sul Monte Fasce e si conclude in mare, davanti alla diga foranea, con il waterfront sullo sfondo. L’ambientazione genovese dura dal minuto 5.30 al minuto 6.50 del video.

La Superba dai monti al mare

L’autore di “Andiamo a comandare”, “Tutto molto interessante” e “Volare” ha messo a segno così un nuovo “colpo” sul web, firmando probabilmente uno dei tormentoni dell’estate 2018.

Fabio Rovazzi ha appena rubato i “talenti” da un caveau da cui sono conservati le migliori doti dei tanti artisti che compaiono nel video, recitando un cameo. È stato appena scoperto e fugge a bordo di una Fiat Panda (auto di cui è testimonial). Dopo alcuni passaggi in sopraelevata, l’inseguimento si sposta sul Monte Fasce, con alcune pattuglie della polizia sulle tracce della Panda rossa.

Genova per Rovazzi

Alle parole “Vado e parto in quarta e sfuggo dal mio Karma. È uno stato che mi esalta. Ho voglia di staccare dall’ansia generale e tuffarmi dentro il mare”, Rovazzi, con la sua auto, si lancia dal belvedere del Monte Fasce per arrivare fino al

Porticciolo di Nervi: la fuga diventa via mare

Porticciolo di Nervi: la fuga diventa via mare

mare, atterrando su uno yacht ormeggiato davanti al porticciolo di Nervi, proprio all’inizio della passeggiata Anita Garibaldi.

Ormai inseguito dai servizi segreti, su un altro yacht entra in scena Diletta Leotta. L’inseguimento prosegue poi a bordo di una moto d’acqua, che sfreccia davanti alla diga foranea del porto. Sullo sfondo di distingue chiaramente tutto il waterfront di Genova, da cui spiccano le gru del porto, i palazzi del centro storico, il Wtc, gli altri moderni edifici di Sampierdarena e la Lanterna.

In mezzo ci sono diversi secondi in cui si distinguono ampi tratti della costa ligure vista dal mare. L’inseguimento termina con una rete lanciata da un elicottero sulla moto d’acqua condotta dal protagonista e il video cambia poi location. Anche alcune scene ambientate all’interno di una banca (dal video apparentemente ambientate a Milano) sono state realizzate in una banca di Genova.

Per il capoluogo ligure si tratta comunque di un’ottima pubblicità, proprio perché la città è facilmente riconoscibile. Alla produzione del videoclip ha collaborato la Genova Liguria Film Commission. Altre scene sono state girate in piazzale Kennedy, con alcuni stuntman, per poi essere montate nel video.

 

Giuseppe Orrù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche

Shipping

Da Genova a Ibiza per una crociera tutta da ballare

  • 18 settembre 2017

Dal 1° al 5 ottobre la crociera “Belin che Ibiza”, a bordo di GNV, farà ballare una nave di giovani, con Dj e artisti di fama internazionale, per un viaggio tutto dedicato alla musica elettronica

Mercato nautica

Intervista: la ricetta di Nicola Bisso per il rilancio del porto

  • 26 aprile 2012

Commercialista, candidato alle comunali di Genova, appassionato di nautica. In questa nostra intervista Nicola Bisso racconta la sua ricetta per lo sviluppo del porto e della città: trasferimento delle aree industriali a ponente e creazione di un waterfront che vada dal Porto Antico alla Fiera, improntato al diporto e al turismo

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione