Fermato dalla Guardia Costiera lo yacht impazzito al Porto Antico di Genova: “gravi irregolarità” a bordo

La Guardia Costiera di Genova ha fermato lo yacht protagonista dell’incidente nella darsena del Porto Antico di Genova, il cui video è diventato virale in poche ore: riscontrate gravi carenze a bordo

4 Agosto 2021 | di Giuseppe Orrù

Il m/y Claremont è stato fermato dalla Guardia Costiera di Genova: sono state riscontrate gravi carenze in tema di sicurezza, l’equipaggio era in numero inferiore al minimo richiesto e non aveva i titoli necessari a condurre uno yacht di quel genere.

Il personale ispettivo della sezione sicurezza della navigazione della Guardia Costiera di Genova è salito a bordo dello yacht impazzito durante la manovra di accosto, rendendosi protagonista di un doppio urto in banchina nella darsena del Porto Antico di Genova, domenica primo agosto.

Un episodio ripreso da un video divenuto presto virale sul Web e finito anche nelle mani dell’autorità marittima, che ha disposto un’ispezione a bordo, per determinare lo stato di sicurezza dell’unità battente bandiera maltese.

Dall’analisi della certificazione, è stato subito accertato che lo yacht “Claremont”, di circa 100 tonnellate di stazza lorda, è adibito ad uso commerciale, quindi soggetto a precise disposizioni di sicurezza previste dalle norme internazionali.

Gli ispettori della Guardia Costiera di Genova hanno rilevato gravi carenze, tra cui il malfunzionamento della pompa antincendio, il mancato rispetto del numero minimo dei membri dell’equipaggio e varie carenze sui titoli professionali necessari alla conduzione di quel tipo di unità, che hanno portato ad accertare uno stato di efficienza dello yacht al di sotto degli standard minimi di riferimento.

L’unità, quindi, è stata subito sottoposta a fermo amministrativo e sarà rilasciata solo dopo che saranno state risolte tutte le carenze riscontrate. Sulle cause dell’incidente al Porto Antico, intanto, sono ancora in corso verifiche approfondite di accertamento da parte dello Stato di bandiera e dell’ente tecnico che certifica l’unità.

Le navi straniere che approdano nei porti italiani sono infatti oggetto di apposita attività di controllo – il cosiddetto Port State Control – da parte della Guardia Costiera, per verificare il rispetto delle convenzioni e degli accordi internazionali, oltre alle direttive comunitarie in materia. Le ispezioni sono volte a garantire che i traffici marittimi rispettino gli standard minimi volti a garantire la tutela dell’ambiente marino, le condizioni di lavoro a bordo delle unità, la sicurezza della navigazione e la salvaguardia della vita umana in mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione