Gamberi di Santa Margherita De.Co. ma senza documentazione. Multe per 30 mila euro nel Tigullio

Ammonta a 200 chili di pesce sequestrato e quasi 30 mila euro di sanzioni il bilancio dei controlli ittici della Guardia Costiera nel solo Tigullio nell’ambito dell’operazione “Autunno caldo”

25 novembre 2019 | di Giuseppe Orrù
Reti da pesca sequestrate dalla Capitaneria di Porto
Reti da pesca sequestrate dalla Capitaneria di Porto

Prosegue in tutto il Tigullio l’attività di controllo ittico lungo l’intera filiera della pesca. Nell’ambito dell’operazione “Autunno Caldo”, coordinata dalla Direzione marittima di Genova su scala regionale, di cui abbiamo presentato il bilancio in questo servizio, la Guardia Costiera di Santa Margherita Ligure e gli altri uffici marittimi della zona hanno condotto, nei giorni scorsi, una campagna serrata di verifiche, che hanno interessato le aree costiere e dell’entroterra, per perseguire ogni comportamento illecito ai danni dei consumatori e delle risorse ittiche.

Il bilancio dell’attività, soltanto per il Tigullio, è di due quintali di prodotto ittico sequestrato e di quasi 30 mila euro di sanzioni amministrative comminate. I controlli hanno riguardato gli specchi acquei, i punti di sbarco, i ristoranti e gli esercizi commerciali della piccola e della grande distribuzione, ma anche le vie di comunicazione su strada.

Tra le violazioni che gli ispettori della Capitaneria di Porto hanno riscontrato più frequentemente, c’è l’assenza delle informazioni relative alla provenienza dei prodotti ittici da somministrare agli avventori. In un caso questa irregolarità è stata accertata in un ristorante autorizzato ad avvalersi del marchio De.Co. “Gambero di Santa Margherita Ligure”, la Denominazione Comunale, che però non è stato in grado di esibire ai militari la documentazione obbligatoria sull’origine dei crostacei che serviva in tavola ai suoi clienti. Per questo il gestore dell’esercizio è stato multato e l’esito dell’attività è stata comunicata all’amministrazione comunale.

Numerosi anche gli illeciti emersi sulle procedure di autocontrollo aziendali, come i prodotti della pesca scaduti che non venivano ritirati dal commercio. I controlli della Guardia costiera proseguiranno per contrastare tutti quei fenomeni che compromettono la sopravvivenza delle risorse ittiche e che mettono a repentaglio la sicurezza dei consumatori, ostacolando inoltre la regolare attività di tutti coloro che invece esercitano la professione nel rispetto delle regole.

 

Giuseppe Orrù

Controlli anche alla piccola distribuzione

Controlli anche alla piccola distribuzione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

1 commento

  1. Sealions ha detto:

    Ma lo sanno tutti che il Gambero così detto di S.Margherita L.Ha sulla coda il marchio born in SML.Cosa che,se anche per qualche metro di distanza,il gambero di Rapallo non ha.Una peculiarità, se per caso un gambero di SML,si accoppia con uno di Rapallo,o anche di Camogli,la prole,non ha più il marchio suddetto sulla coda!Da studi dell’università marina Svizzera,é provato che il maschio,guardi la coda delle femmine prima di accopiarsi.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione