Il traghetto Moby Bastia in avaria nelle Bocche di Bonifacio. La compagnia: “Colpa delle reti da pesca abbandonate”

La nave Moby Bastia è venuta in contatto con dei residui subacquei di reti da pesca incautamente abbandonati in mare. Le immagini del traghetto paurosamente sbandato, mentre torna in porto

17 Novembre 2021 | di Giuseppe Orrù

Il traghetto Moby Bastia è rimasto in avaria nelle Bocche di Bonifacio, sbandando paurosamente. A bordo, infatti, i frigoriferi del bar scivolavano da una parte all’altra.

Le immagini del traghetto partito da Santa Teresa di Gallura e diretto a Bonifacio, in balia delle onde, sono diventate virali. Molti telegiornali le hanno rilanciate a copertura dei servizi legati al maltempo. In realtà il Moby Bastia ha avuto un’avaria causata da rifiuti abbandonati in mare, come ha spiegato la stessa compagnia.

Nel pomeriggio di domenica 14 novembre, la nave “è venuta in contatto – si legge in una nota di Moby – con dei residui subacquei di reti da pesca incautamente abbandonati in mare. Questi residui hanno bloccato il passo dell’elica e, appena il comandante si è reso conto della situazione, ha immediatamente riportato la nave in porto con una manovra perfetta, assicurando la totale sicurezza ai passeggeri a bordo“.

Nel video, infatti, si nota la nave che non riesce a governare. Alcuni dei passeggeri a bordo (almeno quelli che hanno girato il video con il telefonino) ridono e scherzano, vedendo le attrezzature del bar che vanno da una parte all’altra e non sembrano per nulla spaventati.

Nella stessa serata, “tutti i passeggeri sono stati ospitati dalla compagnia armatrice – prosegue la nota di Moby – che ha fornito a tutti vitto e alloggio e li ha riprotetti la mattina di lunedì 15 sulla prima corsa in partenza alle 11 da Santa Teresa di Gallura in direzione di Bonifacio“.

Prima della ripartenza, si è reso necessario l’intervento dei sommozzatori e dei tecnici del RINA, che hanno verificato l’accaduto e provveduto a liberare la nave dai cavi incagliati, dando il via libera immediato alla ripresa della navigazione.

Moby – conclude la nota della società – da sempre sensibile e in prima linea per il rispetto dell’ambiente e del mare, priorità assoluta della compagnia, stigmatizza il sempre più frequente abbandono di reti, cavi, plastica e oggetti vari in mare“.

 

Video: Twitter / kissingpigs

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

1 commento

  1. Gianni Risso ha detto:

    Bravo il comandante e da mettere in galera gli irresponsabili che abbandonano rifiuti in mare.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione