Incendio a bordo della celebre barca a vela Rrose Sélavy a Portofino: salvati i sei occupanti tra cui l’armatore

A originare le fiamme probabilmente un corto circuito nel quadro elettrico, dopo che l’imbarcazione era rientrata da un’uscita in mare

8 luglio 2019 | di Giuseppe Orrù
L'imbarcazione che ha preso fuoco a Portofino
L'imbarcazione che ha preso fuoco a Portofino

Nel pomeriggio di sabato 6 luglio, i vigili del fuoco sono intervenuti a Portofino, per l’incendio di un quadro elettrico all’interno di una barca a vela di 24 metri. L’incendio è divampato a bordo della Rrose Sélavy, barca a vela della famiglia Bonadeo, celebre per aver vinto numerose regate.

A prestare il primo soccorso all’imbarcazione in fiamme è stato il personale del porto che, utilizzando gli estintori, è riuscito ad abbassare le fiamme. I vigili del fuoco, accorsi con la squadra di Rapallo e i sommozzatori sulla motonave Gadda, hanno poi spento il rogo, verificato l’assenza di eventuali braci tra le paratie e messo in sicurezza la barca.

Sul posto sono intervenuti anche i militari della Capitaneria di Porto di Santa Margherita Ligure e di Portofino con alcuni gommoni, per evacuare le sei persone che si trovavano a bordo in quel momento, tra cui l’armatore e due membri dell’equipaggio.

L’incendio ha comunque danneggiato parte degli interni della barca. Le fiamme, forse originate da un corto circuito, sarebbero divampate mentre la Rrose Sélavy stava rientrando all’ormeggio dopo un’uscita in mare. La barca, varata nel 2000, ha uno scafo in carbonio realizzato in Nuova Zelanda da Yan Cook. Tante le regate vinte, con a bordo Mauro Pelaschier, tattico-timoniere della famiglia Bonadeo.

 

Giuseppe Orrù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione