Liguria capitale della Blue Economy: parola chiave “internazionalizzazione”

Al Salone Nautico di Genova si è tenuta la conferenza "Liguria capitale della Blue Economy". Tre i temi principali: mercati esteri, formazione e biotecnologie blu

20 Settembre 2021 | di Chiara Biffoni

Strategie di internazionalizzazione, formazione e Blue Technology. Sono i temi trattati nel corso della tavola rotonda “Liguria capitale della Blue Economy“, organizzata nell’ambito della 61esima edizione del Salone Nautico di Genova.

Ad aprire la conferenza l’assessore allo sviluppo economico della Regione Liguria, Andrea Benveduti, che ha ribadito quanto questo sia un momento propizio per Genova e l’economia del mare di tutta la Liguria. Momento che va colto e sfruttato per poter crescere come città e come polo internazionale della nautica.

“Quando i lavori del Waterfront saranno terminati – ha sottolineato Benveduti – Genova vanterà, in pieno centro città, un’incredibile area dove convergeranno tutte le attività legate alla nautica, comprese quelle di supporto ai cantieri, e dove sarà adibito uno spazio commerciale per i turisti, che potranno così essere incentivati a visitare anche altre parti della nostra città”.

Ma la Regione Liguria guarda ancora oltre e punta a portare Genova e le sue eccellenze nautiche al centro del Mediterraneo, dell’Europa e del mondo. E lo farà iniziando dal prossimo  Dubai International Boat Show (8-12 marzo 2022), dove presenterà la Blue Economy della Liguria e le sue aziende nautiche alle più grandi e importanti realtà internazionali.

“Puntare sull’internazionalizzazione – ha aggiunto Francesco Caso, responsabile del Settore sviluppo strategico del tessuto produttivo e dell’economia ligure – è ciò su cui in questo momento è focalizzata l’attenzione della Regione Liguria. La nostra agenda per il periodo 2021-2027 è ricca di impegni che hanno lo scopo di far conoscere le nostre imprese nautiche ai mercati esteri e far così sviluppare ulteriormente la nostra Blue Economy“.

Liguria capitale della Blue Economy: “Guardiamo ai mercati esteri”

“La Liguria – ha spiegato Massimo Giacchetta di Promos Italia – è la prima regione per incidenza di imprese nell’economia del mare. La Blue Economy in Liguria rappresenta infatti circa il 10% delle imprese, una fetta molto importante della struttura economica della nostra regione. Ricordiamo che economia del mare non vuol dire solo nautica. Significa anche cantieristica navale, porti e aziende che lavorano sul mare per fare azioni di disinquinamento, e tutti le altre realtà del settore marittimo”.

Al prossimo Salone di Dubai – ha ricordato Giacchetta – porteremo insieme a Regione Liguria e Liguria International, l’essenza delle nostre imprese liguri nel settore della nautica. Che non sono solo quelle che realizzano le bellissime barche che vediamo qui ma tutte quelle micro-imprese imprese che si occupano di forniture e componentistica, senza le quali non sarebbe possibile realizzarle queste barche. La fornitura all’interno della nautica è un’eccellenza straordinaria che è completamente italiana e che dobbiamo far conoscere nei mercati esteri. Se facciamo crescere queste imprese, crescerà anche la nostra economia”.

Blue Economy: non solo internazionalizzazione

Ma le strategie per incrementare la fiorente Blue Economy della Liguria non si limitano a guardare all’estero. Si punta, infatti, anche su formazione e sulla tecnologia. Sono in aumento, in particolare, i corsi universitari di specializzazione per la creazione di nuove professioni inerenti la Blue Economy. L’ultimo annunciato è il Master in Geomatica della Marina, ormai giunto alla sua ottava edizione.

In crescita è anche il settore delle biotecnologie blu, che punta a migliorare le tecniche estrattive dal mare. Di queste tematiche e di molte altre si tornerà a parlare anche al Sea Future di La Spezia il prossimo 28 settembre e al Blue Economy Summit 2021 in programma dal 13 al 16 ottobre in presenza e in live streaming.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione