Maxi yacht in consegna all’armatore si schianta contro le barche ormeggiate – Video

Un’imbarcazione di lusso, pronta per essere consegnata al cliente, è finita contro le barche ormeggiate, probabilmente a causa di un’avaria alla strumentazione di bordo

19 ottobre 2019 | di Giuseppe Orrù

Il momento è di quelli solenni. Lo yacht, poco prima di essere consegnato al suo armatore, si sposta da un pontile all’altro per il rifornimento di carburante. Ma qualcosa va storto e l’imbarcazione da 38 metri, del valore di 21,5 milioni di euro, si schianta contro le barche ormeggiate poco distanti.

L’episodio è accaduto nel porto di Angeles, vicino a Seattle, negli Stati Uniti d’America, dove le telecamere del circuito di videosorveglianza hanno ripreso tutta la scena. Il filmato è stato poi diffuso su Facebook, dalla pagina di Drew Mikkelsen.

Lo yacht si trova ormeggiato in un pontile di servizio. A un certo punto, si attiva il comando “macchine avanti”. Molto probabilmente a dare il comando è stato qualcuno in plancia. O forse no, perché, come si può notare dalle immagini, lo yacht è ancora ormeggiato. Sul lato di sinistra, infatti, al secondo 14 del video, si nota lo spring di prua che, dopo essere entrato in tensione, si strappa improvvisamente, facendo oscillare il pontile.

Ovvio che la potenza dei motori è sproporzionata per la manovra che deve compiere lo yacht, ovvero avvicinarsi al distributore di carburante per il rifornimento di bunkeraggio. Fatto sta che, libero anche dallo spring di prua, lo yacht finisce verso un pontile dove sono ormeggiati dei natanti, causando danni che, secondo i media locali, si aggirerebbero intorno ai 90 mila euro.

Lo yacht in questione, di proprietà del cantiere navale Westport, era stato appena acquistato da un cliente. Secondo le forze dell’ordine americane, a bordo non ci sarebbe stato nessuno in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di stupefacenti. A causare questa partenza “indesiderata” sarebbe stata un’avaria alla strumentazione di bordo.

 

Video: Facebook – Drew Mikkelsen

Giuseppe Orrù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

2 commenti

  1. Donatella Zucca ha detto:

    Nessun commento, sono incidenti che come in altri casi o settori possono verificarsi, non è certo colpa del fatto che a causarlo è stato uno yacht di una certa dimensione, che comunque alla guida deve avere un esperto non il proprietario

  2. paolo bodoano ha detto:

    avaria allo shaker ?

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione