Nave Scirocco ammaina per l’ultima volta la sua bandiera

La cerimonia si è svolta giovedì all'Arsenale della Spezia

21 Febbraio 2020 | di Maria Cristina Sabatini

Nave Scirocco va in pensione. Si è svolto giovedì pomeriggio all’interno dell’Arsenale Militare della Spezia l’ultimo ammaina Bandiera della fregata antisommergibile. Al termine di un’emozionante cerimonia, la bandiera di combattimento, donata dall’ Associazione nazionale marinai d’Italia di Bergamo nel 1984, è stata consegnata al Capo di Stato Maggiore della Marina, ammiraglio di squadra Giuseppe Cavo Dragone, per essere conservata a Roma, nel Sacrario delle bandiere delle forze armate, all’interno dell’Altare della Patria, assieme alle bandiere delle altre unità che hanno lasciato la loro vita operativa.

37 anni al servizio della Marina Militare

Sono trascorsi 37 anni da quando Nave Scirocco è stata consegnata alla Marina Militare, il 28 aprile 1983, dopo essere stata varata il 17 aprile 1982 nei Cantieri Navali Riuniti di Riva Trigoso. Madrina per l’occasione Anna Maria Dell’Anno,  sorella del capitano di fregata Francesco dell’Anno, già medaglia d’oro al valore militare.

Dell’Anno, comandante del cacciatorpediniere Scirocco, nel 1942, durante la seconda battaglia della Sirte nel Canale di Sicilia, a causa di una violenta burrasca perse la vita assieme all’intero equipaggio. La fregata antisommergibile è la terza unità della Marina Militare a portare questo nome, preceduta dal Regio Rimorchiatore Scirocco (1916 – 1919) e dal Regio Cacciatorpediniere Scirocco (1931 – 1942).

Il ricordo del Capo di Stato Maggiore

Ero a bordo della nave nel 1986 – ha ricordato il Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, ammiraglio di squadra Giuseppe Cavo Dragone durante la campagna in estremo oriente. L’abbiamo seguita con tanta ammirazione e un po’ di invidia quando al comando del Capo di Stato Maggiore emerito Ammiraglio Girardelli ha fatto il periplo dell’Africa nel 1994-1995. Nave Scirocco – ha concluso l’ammiraglio Dragone –  ha portato in giro per tutti i mari, la bandiera del nostro Paese e della Marina”.

Quasi 800.000 miglia nautiche percorse

Dalla data della consegna della bandiera di combattimento, fino alla prima metà del 2019, Nave Scirocco, fregata appartenente alla Classe “Venti”,  ha percorso 737.898 miglia nautiche, navigando per circa 70.000 ore e riuscendo a raggiungere punte massime di 34 nodi e una potenza complessiva pari a 50 mila cavalli.

Durante la sua lunga carriera  ha partecipato a numerose attività quali sede di comando complesso, supporto alla collettività, attività di ricerca e soccorso.  Fin dall’inizio della sua vita operativa, ha realizzato attività multinazionali, prendendo parte più volte alla forza navale della NATO nel Mar Mediterraneo e ha partecipato all’embargo alle Repubbliche della Ex Jugoslavia nel 1992 e 1993.

Ha compiuto operazioni in difesa della libertà di navigazione e di protezione nei confronti delle unità mercantili battenti bandiera italiana nel Golfo Persico, al termine del conflitto tra Iran e Iraq del 1987 e attività a supporto della pace come durante le operazioni in Somalia nel 1994 e  missioni di sorveglianza anti immigrazione clandestina nel Mar Adriatico  nel 1998-1999.

Non sono mancate nella sua lunga carriera anche attività di contrasto alle organizzazioni terroristiche internazionali, alla pirateria in Oceano Indiano e Corno d’Africa e di soccorso umanitario ai migranti provenienti dalle coste africane nell’ambito dell’operazione Mare Nostrum, all’interno del quale ha operato negli anni 2013, 2014, 2016, 2017, 2018 e 2019 navigando per un totale di 30.550 miglia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione