A Santa Margherita i danni della mareggiata ammontano a 42 milioni di euro

Nuovo sopralluogo degli amministratori locali insieme ai funzionari della Protezione civile. Il sindaco: “Sentiamo la vicinanza delle istituzioni”

7 dicembre 2018 | di Giuseppe Orrù
Il sopralluogo con la Protezione civile a Santa Margherita Ligure
Il sopralluogo con la Protezione civile a Santa Margherita Ligure

A Santa Margherita Ligure la conta dei danni della violenta mareggiata dello scorso 29 ottobre è salita a quasi 42 milioni di euro. Lo ha spiegato il sindaco Paolo Donadoni , ribadendo che Santa Margherita “è il Comune che conta i danni maggiori a strutture pubbliche, dalla strada per Paraggi e Portofino alla diga del porto, dal depuratore al fronte mare”. Ma Santa non si scoraggia ed è già al lavoro, in vista della prossima stagione turistica.

Per aggiornare la conta dei danni, il sindaco Donadoni, il vicesindaco Emanuele Cozzio e alcuni funzionari della Protezione civile regionale e nazionale, nelle scorse ore hanno effettuato un nuovo sopralluogo nella cittadina del Tigullio.

“Il sopralluogo dei funzionari regionali e nazionali di Protezione civile –ha spiegato il primo cittadino- non solo conferma la vicinanza delle istituzioni a Santa Margherita Ligure ma ha permesso di spiegare e di far vedere nuovamente, al di là delle comunicazioni ufficiali già avvenute in via telematica, cosa è successo e quali sono gli interventi effettuati nell’immediatezza dei fatti e quelli da approntare al più presto”.

In particolare quelli sulla diga del porto turistico di Santa Margherita Ligure, che necessita di un intervento complessivo stimato in prima battuta in 15 milioni di euro. “Il nostro porto -ha sottolineato il Donadoni- difende gran parte dell’abitato cittadino e quindi, nelle condizioni attuali, rappresenta un potenziale pericolo per la sicurezza della città. Senza dimenticare, naturalmente, l’aspetto economico: il porto è un volano importante per l’economia della nostra comunità, nonché per le casse stesse del Comune”.

Dal giorno della mareggiata è stata istituita una task force tra istituzioni locali e nazionali. “Stiamo lavorando a stretto contatto con gli enti che da subito ci sono stati vicini -ha ricordato il sindaco di Santa Margherita- con il ministro Toninelli ed il vice ministro Rixi, con la Regione Liguria, in particolare con il presidente Toti e con l’assessore Giampedrone, che ringraziamo per la costante presenza e operatività, con la Città Metropolitana di Genova e con le amministrazioni comunali vicine a noi. Insieme -ha concluso Donadoni- siamo fiduciosi di riuscire a superare danni inimmaginabili in tempo utile per non perdere la prossima stagione turistica.

 

Giuseppe Orrù

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 commento

  1. Donatella Zucca ha detto:

    ma di Rapallo non si parla più ?

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione