Si intensificano i controlli sugli sport in mare. A Bogliasco surfisti invitati dalla Guardia Costiera a tenere le distanze

Prima l’elicottero della polizia che sorvola la baia, poi l’arrivo della motovedetta della Guardia Costiera che invita i surfisti davanti alla spiaggia di Bogliasco a tenere una maggiore distanza di sicurezza

18 Maggio 2020 | di Liguria Nautica

E’ una tranquilla domenica di maggio, a poche ore dalla firma dell’ennesimo e ultimo (per ora solo in ordine di tempo) decreto che ha allentato ulteriormente le maglie delle restrizioni imposte dall’emergenza Coronavirus. Da alcuni giorni, intanto, anche in mare si sono intensificati i controlli, in particolare per accertare che chi svolge i vari sport acquatici, lo faccia nel rispetto delle norme anti contagio.

A finire nella rete di controlli anche alcuni surfisti, che si sono ritrovati in spiaggia a Bogliasco, nel levante genovese, per uscire in mare con la tavola, ma appena entrati in acqua sono stati notati da un elicottero della polizia, che stava sorvolando la costa.

Pochi minuti dopo è arrivata una motovedetta della Guardia Costiera ed uno dei surfisti si è avvicinato per parlare con uno dei militari a bordo, che ha invitato gli sportivi a mantenere sempre una corretta distanza tra di loro, anche in mare.

“E’ stato solo un cortese invito a ricordarci delle distanze, riferirà più tardi uno dei surfisti. Una volta allontanatasi la motovedetta, i surfisti hanno potuto, infatti, riprendere il loro allenamento. Dalle immagini pare che il vincolo della distanza interpersonale fosse stato ampiamente rispettato, cosa che invece non sempre è avvenuta a terra nei giorni scorsi tra chi decideva di concedersi una passeggiata.

 

Video: Gianni Risso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

2 commenti

  1. Massimiliano ha detto:

    “Mi sembra che nessuno se la sia presa con i surfisti “E’ stato solo un cortese invito a ricordarci delle distanze”….. prima di sputare sentenze sulla guardia costiera, magari bisognerebbe leggere bene l’articolo. Non penso sia compito della
    Guardia costiera andare a cercare quelli che girano con i racchettoni senza mascherina. W la guardia costiera e grazie di esserci sempre.

  2. Roberto Benedetti ha detto:

    La guardia costiera non aveva niente di meglio da fare? Migliaia di persone per strada e in spiaggia senza mascherine e se la prendono con i surfisti? E quelli con i racchettoni che sforzano e sputacchiano in giro e stanno senza mascherina non sono pericolosi?

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione