Barca esplode dopo il rifornimento di carburante nel porto di Ponza: tre feriti lievi

L'esplosione, avvenuta subito dopo il rifornimento di benzina, ha scaraventato in acqua una coppia e la figlia che si trovavano a bordo. Se la sono cavata con alcune escoriazioni

27 Agosto 2020 | di Giuseppe Orrù

Tragedia sfiorata al porto di Ponza, dove una barca di circa 9 metri è esplosa durante le operazioni di rifornimento di carburante in banchina.

In un video diventato virale sui social network, ripreso dalle telecamere di videosorveglianza del porto, si nota una donna sulla plancetta di poppa del natante che ha appena terminato di effettuare il rifornimento di benzina e che sta passando la pistola erogatrice all’addetto in banchina, che con il piede allontana lo scafo dalla banchina, in modo da agevolare la manovra.

Subito dopo questo gesto, a bordo dell’unità si verifica una violenta esplosione, con una fiammata, che scaraventa in mare la donna. L’onda d’urto fa perdere l’equilibrio al benzinaio, che cade prima sulla plancetta di poppa e poi finisce in mare.

Le immagini proseguono con un uomo, probabilmente il marito della donna, che arriva da prua e scivola sulla spiaggetta di poppa, cadendo in mare, proprio mentre una bambina che si trovava a bordo finisce in mare a mezzanave. Pochissimi istanti dopo si sente un altro boato, accompagnato dalle urla dei presenti. In breve tempo il natante è stato avvolto dalle fiamme, che hanno causato una densa nube di fumo, a poca distanza dal traghetto di linea “Carloforte”, che si trovava ormeggiato in porto.

Sull’incidente sta indagando la Guardia Costiera ma l’ipotesi più accreditata, al momento, è che il motore sia stato acceso senza prima aprire il portellone del vano tecnico e far uscire quindi i fumi e i vapori del carburante. I tre occupanti, un uomo una donna e la bambina, se la sono cavata con qualche escoriazione e non hanno riportato gravi conseguenze fisiche.

 

Video: Facebook

Giuseppe Orrù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

Eventi e fiere

Tassa barca, ecco come bisogna pagare

  • 25 Aprile 2012

Ancora non esiste comunicazione ufficiale da parte dell'Agenzia delle Entrate, ma per analogia con gli aeromobili la tassa barca bisognerà pagarla utilizzando i moduli F24

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione