Volvo Ocean Race verso Porto Santo: la flotta si ricompatta. Sung Hang Kai rischia

Vestas al comando ma Mapfre recupera. Terzo il team Azkonobel

25 Ottobre 2017 | di Gregorio Ferrari
Team Vestas in navigazione durante la Volvo Ocean Race 2017
Team Vestas in navigazione durante la Volvo Ocean Race 2017

Sono passati ormai tre giorni dalla partenza ad Alicante e Vestas 11th Hour Racing resiste al comando della Volvo Ocean Race, inseguito da Team Mapfre, protagonista di un buon recupero. I primi hanno visto ridursi notevolmente il proprio vantaggio a causa del vento leggero incontrato dopo lo stretto di Gibilterra. Le barche stanno navigando verso Porto Santo, per poi fare rotta verso nord e raggiungere Lisbona.

Team Azkonobel, superato da Mapfre, occupa ora la terza posizione ed è l’imbarcazione più sottovento di tutta la flotta. Donfeng passa dall’ultima alla quarta piazza, guidando il quartetto di coda che sta navigando molto compatto con meno di due miglia a dividere la quarta posizione dall’ultima.

La classifica potrebbe però cambiare ulteriormente nelle prossime ore. Team Azkonobel potrebbe pagare la scelta di essersi spinto più sottovento rispetto agli altri: attualmente, infatti, si trova in una zona di vento particolarmente debole, a differenza degli altri equipaggi. Mapfre invece è molto vicino ad una zona di vento medio e costante, che potrebbe consentirgli di superare Team Vestas, al momento più sottovento di lui e ad una distanza maggiore dalla zona con più pressione.

Nella notte Sung Hun Kai perde una vela ma la recupera

Sung Hun Kai ha rischiato di perdere parecchio tempo e dunque posizioni, dopo che il grillo di una vela di prua ha ceduto. Il team sta regatando vicinissimo agli altri tre equipaggi, dietro Dongfeng e davanti a Turn The Tide on Plastic e Brunel e quindi, ogni minima perdita di concentrazione e velocità, può essere pagata a caro prezzo. Il team è riuscito a non perdere posizioni solo grazie ad un rapido intervento che lo ha riportato subito a navigare a pieno regime. Non ci sono stati né feriti, né danni rilevanti anche dal punto di vista della classifica.

Ecco il video della caduta della vela e del successivo recupero

Per seguire gli sviluppi della regata consultate la Dashboard della Volvo Ocean Race

Fonte immagini: Volvo Ocean Race  / James Blake

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione