“Cambio rotta”: il racconto di 1.648 miglia sotto costa in cerca di porti senza barriere

L’impresa in solitaria di Marco Rossato contro ogni barriera che sensibilizza l’opinione pubblica sull’allarmante livello di microplastiche disciolte nei nostri mari approda in libreria

24 ottobre 2019 | di Giuseppe Orrù
Marco Rossato e Muttley su Foxy Lady
Marco Rossato e Muttley su Foxy Lady

Il viaggio in solitario su Foxy Lady, un trimarano a vela di 8 metri, di Marco Rossato, velista disabile che ha percorso 1.648 miglia lungo le coste italiane, accompagnato solamente dal suo inseparabile cagnolino Muttley, è il racconto di una splendida avventura, ma anche un invito a lottare per ciò che si desidera veramente.

A parlarne con Marco Rossato in “Cambio Rotta. Io e Muttley 1648 miglia sotto costa in cerca di porti senza barriere” (242 pagine, 17,00 euro), pubblicato da Mursia Editore, è la giornalista e scrittrice Simona Merlo. Il volume sarà in libreria dal 28 ottobre.

Marco ha trascorso oltre cinque mesi in mare – spiega Simona Merlo – su un trimarano costruito in realtà per i laghi del Nord Europa e non per i mari italiani, fluttuando sull’acqua con la sola compagnia dell’inseparabile meticcio Muttley, con i campioni degli agenti inquinanti da prelevare, l’accessibilità dei porti da controllare, la presenza di plastica da documentare, le condizioni atmosferiche da monitorare“.

Insomma è un matto – scherza la giornalista un matto – una persona forse fin troppo modesta o, forse, un supereroe mascherato nato per le sfide, un uomo che ha scelto di vivere il mare e ha fatto della vela la sua passione, che ha seguito la sua sofferenza, l’ha smontata e ha scelto che tipo di persona sarebbe stata da quel preciso momento in poi“.

Partito dall’Arsenale di Venezia il 22 aprile 2018, Marco ha concluso il suo itinerario a Genova il 22 settembre 2018, rivelando una grande forza di volontà e di adattamento. “I miei amici esperti di vela – commenta – continuano a ripetermi quanto sia stato bravo. Per me però è stato come sempre, uscire al mattino in barca a vela e rientrare alla sera, l’unica differenza l’ha fatta la durata. Certo i momenti duri non sono mancati, come quando cercavo di raccogliere l’acqua piovana con metodi di fortuna durante le giornate di pioggia, ma ora sto già preparandomi per il mio nuovo viaggio“.

Marco, insieme a Muttley, ha effettuato 60 tappe intorno alla Penisola navigando entro le 6 miglia: un giro lungo ma necessario per poter parlare di un mondo della vela aperto a tutti, dei diritti delle persone con disabilità, della patente nautica, dell’allarmante livello di inquinamento dei mari e dell’accessibilità dei porti italiani.

La copertina del libro

La copertina del libro

L’impresa di Marco rientra all’interno del progetto TRI Sail4All, che ha come obiettivi quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema delle microplastiche presenti anche nei nostri mari e soprattutto quello di spingere le aree portuali e cantieristiche a offrire nuove opportunità a tutte quelle persone con difficoltà motorie più o meno gravi.

GLI AUTORI

Marco Rossato è nato nel 1974 a Vicenza, dove vive tutt’ora. S’innamora del mare nel 1998 quando al largo delle coste cubane riceve il suo battesimo in barca a vela. Nel 2001 un incidente in moto lo costringe sulla sedia a rotelle e al contempo segna un punto di svolta nella sua carriera da velista. Istruttore di vela per oltre 12 anni, agonista, a 40 anni inizia questa nuova avventura che ha come obiettivo finale quello di attraversare l’Atlantico in barca a vela in solitaria: tornare ai Caraibi non è più solo un sogno.

Simona Merlo è nata a Palermo nel 1977 e vive a Siena. Laureata in Scienze della Comunicazione nel 2003, è giornalista dal 2008. Dal 2014 a oggi ha pubblicato numerose poesie, short stories, racconti e il romanzo noir “Sessantuno Chiodi. Mistero e morte in Toscana” (2015).

 

Cambio Rotta

Io e Muttley 1648 miglia sotto costa in cerca di porti senza barriere

di Marco Rossato e Simona Merlo

Mursia Editore, Milano, 2019

Pagine: 242 con inserto fotografico

17,00 euro.

 

Giuseppe Orrù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione