Le prime immagini ufficiali dello yacht “ombra” PHI Phantom di Alia Yachts

Ammarata dal cantiere turco la scultorea imbarcazione a servizio della sorella maggiore PHI: un gioiello tecnico per trasportare mezzi di ogni tipo

3 Dicembre 2021 | di Marcella Ottolenghi

Finalmente in acqua il 36 metri PHI Phantom, imbarcazione costruita da Alia Yachts per diventare “ombra” della ben più grande nave madre PHI, 58 metri di design “muscolare” qui reinterpretato in versione minore. Anche se solo dal punto di vista delle dimensioni, perché la funzionalità e le dotazioni tecniche dell’imbarcazione di servizio sono di tutto rispetto.

Voluto dal suo armatore per seguire come un fantasma, da cui appunto il nome, lo yacht principale, PHI Phantom ne riprende l’aspetto possente, sottolineato da linee decise e spigoli vivi, oltre che la speciale vernice “stars & stripes blue”, seppure in versione opaca.

“Lo stile esterno – spiega lo yacht designer Cor D. Roverè perfettamente in assonanza con la nave madre. Abbiamo infatti semplicemente studiato il dna di PHI, declinato attraverso linee organicamente curve, superfici contrastanti nere e blu, fiancate dagli spigoli vivi. Per quanto possibile, dati i vincoli dell’imbarcazione, abbiamo replicato questo dna”.

Un risultato reso ancora più scultoreo dalla scelta di optare per uno scafo di alluminio senza alcun strato di finitura tra il metallo e la vernice finale. In tal modo infatti restano evidenti le linee di congiunzione dei volumi, evidenziando volutamente le saldature senza sbavature degli operai del cantiere turco.

Veloce e idrodinamico, grazie a due motori Cat C-32 che garantiscono 11 nodi di velocità di crociera e 21 a pieno regime ma anche grazie allo scafo brevettato Fast Displacement XL® dello studio di architettura navale Van Oossanen, PHI Phantom può considerarsi a tutti gli effetti, anche secondo lo stesso Perry Van Oossanen, “uno yacht da inseguimento”. “La lunghezza extra – sottolinea il progettista – si traduce in spazio extra sul ponte, che è l’obiettivo principale di uno yacht di servizio e aggiunge versatilità, efficienza e comfort”.

Una gru HS Marine di 9 metri è il nodo focale dell’organizzazione a bordo: è mediante di essa, infatti, che vengono movimentati i mezzi e le attrezzature stivate sul ponte aperto di poppa. Tra questi un motoscafo di 12,3 metri di legno appositamente realizzato da Spirit Yachts, battezzato Spirit of PHI, una piccola barca a vela, un’auto elettrica, moto d’acqua, bici elettriche sia da strada sia da pista, tavole da surf e addirittura uno scivolo gonfiabile.

Inoltre, PHI Phantom può estendere l’autonomia di viaggio della nave madre con ulteriore rifornimento di carburante. A bordo una lavanderia aggiuntiva risolve il problema della gestione della biancheria, quando PHI ha molti passeggeri. Tre cabine ospitano l’equipaggio e una cabina più grande, con angolo lavoro, è pensata per l’eventuale ausilio di una guida o di un visitatore particolare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione