Wide Space, il primo superyacht dislocante di Italian Vessels

In costruzione la versione superyacht del dislocante disegnato da Tommaso Spadolini su linee di carena di Umberto Tagliavini

5 Giugno 2020 | di Marcella Ottolenghi

Versione superyacht del nuovo progetto di dislocante di 28,5 metri commissionato da Italian Vessels al designer Tommaso Spadolini, Wide Space è stato pensato per capacità marine e comfort ulteriori rispetto a quelli dei suoi simili di vetroresina. Un secondo modello, denominato Enjoy, sarà invece ispirato alle imparcazioni explorer.

Progetto di acciaio e alluminio che presenta al mondo il cantiere navale Italian Vessels, nato dall’acquisizione da parte della famiglia Parigi degli storici Cantieri Navali di Termoli e dalla loro successiva riqualificazione impiantistica, produttiva e progettuale, questo motoryacht si basa su una linea di carena a firma di Umberto Tagliavini.

“Conosco da molti anni Mario Parigi, ceo e fondatore di Italian Vessels – spiega il progettista Tommaso Spadolinie mi ha fatto molto piacere quando, insieme ai suoi due figli, mi ha chiesto di disegnare questo nuovo progetto. L’obiettivo era quello di ridare slancio ad una realtà attiva nel mondo della cantieristica e della manutenzione da oltre vent’anni, con all’attivo più di 200 imbarcazioni, dai rimorchiatori ai trawler, fino ai superyacht“.

Entrambe le soluzioni prevedono quattro cabine con bagno nel ponte inferiore e suite armatoriale con cabina armadio e salottino sul ponte principale, a poppa. Ma la versione explorer ha la sovrastruttura spostata verso prua, in modo da lasciare più spazio a poppa per un eventuale tender o altri piccoli mezzi di spostamento e intrattenimento.

Wide Space si distingue invece per un profilo tipico da superyacht, con upper deck poppiero più lungo. Oltre al salone principale, il bridge deck ospita una ampia sky lounge alle spalle della timoneria. La cucina invece è posizionata sul ponte principale, con accesso diretto alla zona destinata all’equipaggio: due cabine (di cui una per il comandante) a prua del ponte inferiore. Una terza eventuale cabina per lo staff può invece essere ricavata dall’area comune dei marinai.

Inoltre, al posto del tradizionale garage per un tender, a poppa è stato realizzato uno spazio di stivaggio per equipaggiamenti vari. La barca di sostegno può essere alloggiata su una piattaforma idraulica, che si alza e si abbassa per semplificare le operazioni sia di alaggio che di varo. Un ulteriore MOB tender o un jet ski può eventualmente essere parcheggiato a prua, oltre l’area dedicata alle sedute per gli ospiti. Gli interni si distinguono per un design equilibrato, di segno minimalista e sono declinati nelle tinte calde e luminose del legno, delle pelli, dei tessuti naturali.

Attualmente in costruzione, Wide Space è dotato di wing station per una visibilità ottimale durante le manovre e di motorizzazione MAN da 560 cavalli, per raggiungere una velocità massima di 13 nodi (10 nodi in crociera). E ha una autonomia di oltre 3 mila miglia nautiche a velocità standard.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

1 commento

  1. Heinz-Walter Streicher ha detto:

    Bon Giorno
    Mi piace questo projecto.

    Saluti
    H.-W. St.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione