Al via il 61° Salone Nautico di Genova. Il ministro Giovannini: “Investiremo come non mai nella nautica”

Con la cerimonia di inaugurazione si è aperto il 61° Salone Nautico di Genova. Il ministro alle Infrastrutture Giovannini ha annunciato investimenti record nel settore e nella portualità. L’omaggio della Fremm Luigi Rizzo

16 Settembre 2021 | di Giuseppe Orrù
Inaugurato il 61° Salone Nautico di Genova
L'inaugurazione del Salone Nautico di Genova

Con l’alzabandiera e l’omaggio della Fremm Luigi Rizzo, una delle navi più moderne della Marina Militare italiana, è stato inaugurato il 61° Salone Nautico di Genova, che si chiuderà il 21 settembre.

Ospite d’onore della cerimonia inaugurale è stato il ministro alle Infrastrutture e Mobilità sostenibile, Enrico Giovannini, che al parterre del Salone ha annunciato: “Investiamo come non mai su porti e nautica. Il Decreto Infrastrutture è l’inizio di questo percorso“.

In particolare, dal Piano nazionale di ripresa e resilienza arriveranno oltre 4 miliardi di euro per il potenziamento dei porti italiani. “Una cosa – ha detto il ministro – che non si era mai vista. Sappiamo che dobbiamo sviluppare di più la nostra portualità e la nautica da diporto. Il Pnrr investe come non mai proprio su questi settori. Il Decreto Infrastrutture è l’inizio di questo percorso“.

E’ un giorno importante – ha aggiunto Giovannini – per l’Italia e lo sviluppo di questo Paese. Il successo di questo Salone è una testimonianza di una capacità di una città e anche di una manifestazione che è in grado di attrarre le migliori forze nazionali e internazionali“.

Usa una metafora marinaresca il ministro per spiegare che “la nautica italiana è un punto di riferimento vincente. Ma per molto tempo – ha sottolineato – questo Paese non ha saputo dove voleva approdare. Avere un settore economico che ha queste performance, ci fa capire che quel porto è raggiungibile, se il sistema economico, ma anche quello sociale ed educativo, vanno in quella direzione“.

LA STOCCATA DI CECCHI

Confindustria Nautica sa che il settore sta vivendo un momento d’oro. “Nel 2020 – ha ricordato Saverio Cecchi, presidente di Confindustria Nautica – gli addetti diretti sono aumentati del 2,4%, ma nel 2021 la crescita sarà di oltre il 23,8%, con un fatturato di produzione di oltre 6 miliardi di euro, come quello del 2008. Siamo i migliori, per imprenditori, per designer e architetti e per manodopera artigianale. Ma mentre noi produciamo reddito, lo Stato perde incassi“.

Rivolgendosi al ministro, infatti, Cecchi ha spiegato che con la nuova riforma europea del leasing, gli armatori che prima stipulavano contratti in Italia, ora vanno all’estero. Il suo collega ministro dell’economia, perderà 40 milioni di euro“.

BONOMI: “IL CORAGGIO DEL SALONE 2020”

Tra gli ospiti della giornata inaugurale della kermesse, anche Carlo Bonomi, presidente di Confindustria. “Il successo di questo Salone – ha detto Bonomi – è stato costruito lo scorso anno, quando in un momento di difficoltà dell’industria del Paese, voi c’eravate. Ma nel dibattito pubblico italiano, la capacità industriale italiana è molto sottovalutata“.

TOTI: “GRAZIE A MEDICI E INFERMIERI

Il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti da settimane è tra i governatori più attivi nella promozione della campagna vaccinale. E anche dal Salone Nautico ha voluto rilanciare il suo messaggio. “Siamo in un incrocio tra passato, presente e futuro – ha affermato – visto che, fino a pochi giorni fa, in questi padiglioni c’erano medici e infermieri che mettevano in atto la più grande campagna vaccinale di questa regione. E se oggi siamo qui è anche grazie a loro. E anche grazie a noi, che abbiamo aderito“.

Toti ha anche ricordato il coraggio della regione. “La Liguria – ha aggiunto il presidente – per chi opera nella nautica è un porto sicuro. La Liguria ha avuto il coraggio di riaprire per prima i cantieri nautici, per farli tornare a lavorare, e ha avuto il coraggio lo scorso anno di organizzare il Salone Nautico“.

LE AMMIRAGLIE DEL 61° SALONE NAUTICO

Il Salone Nautico di quest’anno si svolge su 200 mila metri quadrati di superficie espositiva, di cui l’85% all’aperto. Sono presenti più di 1000 barche e oltre 1000 espositori. L’ammiraglia a vela di quest’anno è il Momi 80 di Vismara Marine, lungo 26,20 metri, mentre l’ammiraglia a motore è il Sanlorenzo SD126, lungo 37,95 metri.

 

Giuseppe Orrù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione