Andrea Razeto nominato Past President di ICOMIA

Dopo due anni alla guida dell'International Council of Marine Industry Associations

23 Maggio 2020 | di Manuela Sciandra

Andrea Razeto, vicepresidente di Confindustria Nautica, è stato appena nominato Past President di ICOMIA (International Council of Marine Industry Associations), a conclusione del suo mandato biennale come presidente (2018-2020).

La nomina è stata formalizzata in occasione dell’assemblea generale annuale dell’associazione, tenutasi quest’anno in videoconferenza, nel corso della quale è stato anche rinnovato l’Executive Committee per il biennio 2020-2022, che vede Sara Anghel (National Marine Manufacturers Association Canada) come nuovo presidente e Mats Eriksson (Swedish Marine Industries Federation) e Darren Vaux (Boating Industry Association Australia) come nuovi vicepresidenti.

Per quanto riguarda invece i comitati tecnici, Stefano Pagani Isnardi, responsabile dell’Ufficio Studi di Confindustria Nautica, è stato nominato nuovo Chairman della Market Intelligence Taskforce, con la conferma degli incarichi di Chairman della SuperYacht Division e di vice Chairman Technical Committee.

Nel complesso quadro internazionale dell’emergenza Coronavirus, ICOMIA è stata in grado di proseguire la sua attività adattandosi al meglio ai nuovi scenari imposti dalla situazione. Tutti gli incontri tecnici si sono infatti svolti online e il sito web è stato adattato proprio per consentire discussioni virtuali in cui condividere informazioni aggiornate e le best practice delle associazioni di categoria dei Paesi membri.

“Sin dai primi casi accertati di Covid-19 in Cina – spiega Andrea Razeto, che ha recentemente rilasciato un’intervista a Liguria Nautica – siamo stati pronti e reattivi a 360° gradi. L’Executive Committee di ICOMIA, che ho avuto l’onore di presiedere questi due anni, si è riunito online con regolarità, ogni due settimane, per fare il punto e promuovere azioni”.

“Anche per quanto riguarda l’Annual General Meeting – sottolinea Razeto – l’associazione si è dimostrata fin da subito rapida nella ricerca di soluzioni, riadattando il meeting a un nuovo format con l’estendersi dell’emergenza. Un ringraziamento va anche a Confindustria Nautica, per aver individuato con breve preavviso una location interessante come Sanremo per il congresso, che, se non si fosse verificato il blocco alle attività e la revoca definitiva dell’evento in presenza, sarebbe stata per una settimana al centro della nautica mondiale”.

“È tempo di bilanci – conclude l’ex presidente di ICOMIA – e questi due anni di presidenza mi lasciano davvero soddisfatto per il lavoro fatto nell’interesse dell’industria nautica. Si è cercato di lavorare nell’ottica di una rappresentatività e di una capacità inclusiva sempre maggiore, con lo sviluppo di nuovi gruppi tecnici, tra cui quello che raggruppa i produttori di vernici, e con un focus crescente sulla sostenibilità. Ne è un forte esempio il policy paper ‘End-of-Life Vessels & Responsible Boat Ownership’, realizzato da ICOMIA con l’intento di supportare a livello mondiale politiche di utilizzo sostenibile e responsabile dei prodotti dell’industria nautica”.

Dal 1965 ICOMIA riunisce le federazioni nautiche nazionali del mondo con l’obiettivo di costituire una voce unica a livello globale per quanto riguarda la promozione e lo sviluppo dell’industria e dei servizi della nautica da diporto e la standardizzazione e armonizzazione delle norme che regolano la navigazione, la portualità turistica, la produzione nautica e la sicurezza della navigazione.

Sono 43 i Paesi che ne fanno parte: Argentina, Australia, Belgio, Brasile, Canada, Cina, Croazia, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Hong Kong, Ungheria, India, Irlanda, Israele, Italia, Giappone, Corea del Sud, Libano, Malta, Olanda, Nuova Zelanda, Cipro del Nord, Norvegia, Polonia, Portogallo, Singapore, Slovenia, Sud Africa, Spagna, Sri Lanka, Svezia, Svizzera, Taiwan, Thailandia, Turchia, Emirati Arabi, Gran Bretagna e USA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione