Economia e cultura del mare protagonisti al Blue Economy Summit di Genova

Appuntamento con la seconda edizione dal 13 al 15 maggio. Dal 16 al 18 maggio, invece, sarà la volta del Festival del Mare. La centralità economico-culturale del mare filo conduttore delle due manifestazioni genovesi

7 maggio 2019 | di Giuseppe Orrù
La presentazione del Blue Economy Summit
La presentazione del Blue Economy Summit

Le filiere produttive del mare saranno protagoniste della 2ª edizione del Blue Economy Summit, la manifestazione promossa dal Comune di Genova e dall’Associazione Genova Smart City, con il supporto organizzativo di Clickutility Team, che si svolgerà da lunedì 13 a mercoledì 15 maggio.  

Il summit esplorerà, attraverso convegni, workshop, visite tecniche e momenti di networking, tutte le attività che utilizzano il mare, le coste e i fondali come risorse per attività industriali e per lo sviluppo di servizi con l’obiettivo di creare maggiore consapevolezza delle opportunità che derivano dall’economia del “blu”.

Palazzo Tursi e l’Istituto Nautico San Giorgio ospiteranno le cinque sessioni congressuali, a cui si alterneranno visite tecniche gratuite per gli studenti presso le eccellenze del Porto. Per l’occasione sosterà a Genova fino al 18 maggio la Nave Rizzo della Marina Militare Italiana, fregata multi missione di nuova generazione, che sarà aperta alle visite delle scuole e della cittadinanza.

Il Porto di Genova non solo è il primo contribuente italiano -ha sottolineato l’assessore allo Sviluppo economico del Comune di Genova, Giancarlo Vinacci- ma è anche il primo datore di lavoro della città con 56 mila occupati, tra diretti e indotto, oltre ai 120 mila posti di lavoro generati dalle sue attività nel Nord Ovest“.

Questa edizione del Blue Economy Summit -ha aggiunto Vinacci- vuole consolidare la leadership che naturalmente spetta a Genova, puntando all’incremento e allo sviluppo delle attività del mare in vista dell’ultimazione delle grandi opere come il Terzo Valico e dei grandi progetti come la Via della Seta“.

L’AGENDA

Cinque le aree tematiche affrontate in queste tre giornate in cui saranno coinvolti istituzioni, imprenditori e ospiti esteri per avviare confronti e occasioni di sviluppo internazionale per il territorio.

Il ruolo di Genova nella Blue Economy e le prospettive di sviluppo del waterfront e del Porto di Genova saranno il focus della sessione inaugurale di lunedì 13 maggio, introdotta dal sindaco e conclusa dal presidente della Regione, che analizzerà l’iniziativa di riconversione delle aree e degli immobili del quartiere fieristico e dei padiglioni prospicienti la darsena nautica. Nel pomeriggio, l’attenzione si sposterà sul ruolo dell’Italia nelle dinamiche economiche e marittime del Mediterraneo, tra Europa e Cina, e sulle opportunità di sviluppo per Genova legate alle strategie della Nuova Via della Seta.

Martedì 14 maggio, a partire dalle 9, nel Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi si svolgerà, invece, un focus dedicato al turismo crocieristico e alle conseguenti opportunità per Genova e per la Liguria. Seguirà una tavola rotonda dedicata al tema della promozione e della valorizzazione del turismo che viene dal mare. Al pomeriggio, protagonista l’innovazione con una sessione dedicata all’evoluzione tecnologica e alle start up del settore. La sessione si concentrerà sul ruolo dell’impresa 4.0 nell’organizzazione dei processi logistici e portuali e, soprattutto, affronterà nuovi campi dell’economia del mare.

Mercoledì 15 maggio la sessione sarà dedicata ai percorsi di sviluppo e alle nuove professioni nell’economia del mare. Alle 9 ospiti dell’Auditorium dell’Istituto Nautico San Giorgio, i protagonisti della Blue Economy – armatori, agenti, spedizionieri, ingegneri navali e molte altre figure ancora – racconteranno la propria esperienza e di come il mare abbia caratterizzato e ispirato la loro vita professionale.

In serata due gli eventi conclusivi della manifestazione. Il brindisi (solo su invito) a bordo della Maria Grazia Onorato, la più grande e più verde RO-RO del Mediterraneo, e il networking dinner organizzato da Blue & Green: un binomio possibile? Per partecipare è necessario iscriversi a: propellergenoa@propellerclubs.it.

EVENTI E VISITE

Sette gli eventi in programma che coinvolgeranno gli studenti del territorio e che toccheranno le principali aree del Porto di Genova: visita alla FREMM Luigi Rizzo, visita alla Capitaneria di Porto, visita ad Amico&Co shipyard, visita al Genoa Port Terminal – Gruppo Spinelli, visita a San Giorgio del Porto, visita ai Rimorchiatori Riuniti e il percorso di archeologia industriale “Di molo in molo”. Un’occasione unica per conoscere le eccellenze del porto di Genova e per creare consapevolezza nei più giovani di tutte le opportunità che nascono dal mare.

In occasione del Blue Economy Summit la fregata Luigi Rizzo della Marina Militare sarà ormeggiata alla Stazione Marittima e sarà aperta alle visite della cittadinanza nelle giornate 15-16-17-18-19 maggio, dalle 15 alle 19.

FESTIVAL DEL MARE

Da giovedì 16 maggio prenderà il via anche il secondo Festival del Mare, ideato e organizzato dall’Università di Genova, un’iniziativa unica nel panorama nazionale che aggrega nello stesso luogo formazione, professioni, ricerca e tutto ciò che è legato al mare.

Oltre 70 appuntamenti tra conferenze, laboratori, mostre e spettacoli per “immergersi” in modo innovativo e coinvolgente nella cultura del mare. Un importante momento di riflessione, di analisi e di divulgazione scientifica con eventi interattivi e trasversali a ingresso gratuito e per ogni genere di pubblico, che si alterneranno fino a sabato 18 maggio tra la Piazza delle Feste del Porto Antico, l’Acquario di Genova e il Galata Museo del Mare.

In occasione di questa seconda edizione del Festival del Mare -ha annunciato Paolo Comanducci, rettore dell’Università di Genova- l’ateneo genovese presenta al pubblico il nuovo Centro del Mare, una realtà di recente attivazione che raccoglie tutti i corsi di laurea e i dottorati di ricerca legati al mare e coniuga, secondo una visione transdisciplinare, didattica, ricerca e terza missione“.

 

Giuseppe Orrù

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione