Genova: in mostra a Palazzo Rosso i 76 progetti della Blueprint Competition

I 76 progetti per il BluePrint saranno in mostra a Palazzo Rosso fino al 4 maggio, in attesa di investitori

4 Aprile 2017 | di Gregorio Ferrari
logo mostra progetti blueprint
Il logo della mostra inaugurata a Palazzo Rosso, con i 76 progetti della Blueprint Competition. L'evento, che durerà fino al 4 maggio, ha come obiettivo quello di trovare investitori per almeno uno dei progetti

I 76 progetti internazionali che hanno partecipato alla Blueprint Competition, il bando di gara per la ristrutturazione delle aree dell’ex Fiera di Genova, saranno in mostra nell’Auditorium di Palazzo Rosso fino al 4 maggio.

Le parole del sindaco di Genova Marco Doria

“Questi 76 progetti da oggi in mostra -ha detto il sindaco di Genova Marco Doria durante la presentazione della rassegna alla stampa- dimostrano la qualità e la quantità di lavoro che c’è dietro a questo concorso di idee provenienti dall’Italia, dall’Europa e dal mondo. Per una scelta della giuria, che io rispetto, nessuno ha vinto, il che -ha spiegato il primo cittadino- non pregiudica comunque il percorso di realizzazione del Waterfront. Il fatto che non sia emerso un vincitore assoluto della competizione, può rappresentare un elemento di attrattività in più. Non un’unica proposta ma -ha sottolineato Doria- un bagaglio di idee a cui si può attingere liberamente”.

Infatti, in caso di vittoria di un singolo progetto, l’eventuale investitore sarebbe stato vincolato a rispettarlo, “mentre ora -ha ricordato il sindaco di Genova- abbiamo un ventaglio di idee, soluzioni più articolate, che possono essere viste e verificate e che dimostrano quanto sia grande la potenzialità di quest’area”.

“ll Blueprint è una visione della città donata da Renzo Piano Building Workshop -si legge nella prefazione del catalogo della mostra curato dal Settore interventi complessi del Comune di Genova e da Spim Spa, società per la promozione del patrimonio immobiliare del Comune di Genova- come apporto libero e gratuito per il futuro urbanistico, portuale, industriale e sociale della città”.

Le risorse per iniziare i lavori sono già disponibili. Sono stati infatti ottenuti dal Governo, grazie al Patto per Genova, 28 milioni di euro che saranno impiegati per una prima sistemazione e infrastrutturazione dell’area. In particolare questi fondi saranno utilizzati per demolire il Palazzo dell’ex Nira e abbassare il tratto finale della sopraelevata.

Stefano Franciolini, presidente di Spim Spa

“Oggi mettiamo a disposizione della cittadinanza -ha detto il presidente di Spim Spa, Stefano Franciolini i risultati di un anno di lavoro da dove ripartiremo per la realizzazione di questo Waterfront importantissimo per Genova. La mostra è molto bella e tutte 76 le proposte meritano di essere guardate. Ci sono anche degli errori, delle cose che non avremmo voluto vedere e delle scelte che non condividiamo ma nella maggior parte dei casi -ha concluso Franciolini-  si tratta di proposte molto interessanti”.

Insomma i progetti a disposizione sono molti e hanno i mezzi per attirare investitori importanti. Le potenzialità di quest’area strategica della città, che merita di essere valorizzata al massimo, sono immense e fino al 4 maggio  genovesi e turisti potranno farsene un’idea grazie alla mostra allestita nell’Auditorium di Palazzo Rosso.

 Gregorio Ferrari

Argomenti: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

Viaggi

Yacht Club: Carlo Croce in testa per la presidenza

  • 16 Marzo 2017

Venerdì 17 marzo si terranno le votazioni finali per l'elezione del Presidente dello Yacht Club. Al momento Carlo Croce è in testa grazie a 248 voti tuttavia i giochi potrebbero non essere così scontati.

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione