Genova tra passato, presente e futuro: Fondazione Ansaldo lancia un contest fotografico

In occasione del Festival della Scienza 2021 la Fondazione Ansaldo ha promosso un concorso fotografico aperto per tutti per raccontare la Genova di ieri e di oggi

7 Ottobre 2021 | di Caterina Lazzari
Una delle foto del concorso. Piazza De Ferrari a fine XIX sec. Courtesy Fondazione Ansaldo, fondo Chierici

Fondazione Ansaldo, in occasione del Festival della Scienza 2021, lancia il contest fotografico “Le forme di Genova. Tra passato, presente e futuro“.  In palio per i tre progetti migliori biglietti gratuiti per il Festival della Scienza e per tutti i partecipanti l’occasione di comparire sul sito della Fondazione. Si tratta di confrontare Genova “com’era” con Genova “com’è” o “come potrebbe essere”, attraverso lo sguardo peculiare di ciascuno di noi.

La “fabbrica della memoria”

“Fabbrica della memoria”, si definisce la Fondazione Ansaldo nelle parole del suo direttore Lorenzo Fiori. Fondata nel 2000, sulle fondamenta dello storico archivio Ansaldo, la Fondazione ha portato avanti la sua chiara missione attraverso la conservazione, la digitalizzazione e la valorizzazione di archivi storici. Documentali, ma soprattutto iconografici.

Sono moltissime e preziose le immagini custodite dalla Fondazione. Proprio a partire da alcune di queste è nato il concorso fotografico nel quale tutti, ma proprio tutti, a partire dai 6 anni e dotati di fotocamera o anche solo matite e immaginazione, possono partecipare.

Le foto d’epoca di Genova

Basta iscriversi nella sezione apposita e successivamente scegliere una delle fotografie d’epoca di Genova messe a disposizione (di cui quella che vedete qui è un esempio). Un selezione deliziosa e davvero ghiotta per chiunque abbia la curiosità di vedere la città in bianco e nero, animata da scene di vita quotidiana di un secolo fa.

Si passa dalla spiaggia di Boccadasse, con le caratterische piccole barche dei pescatori e i panni stesi, a Piazza Caricamento attraversata da un treno merci a vapore, fino ai passeggiatori della domenica  sul lungomare di Nervi. In via XX settembre non passano le auto, davanti a Porta Soprana razzolano i bambini per terra e la circonvallazione a mare si percorre con i carri a cavallo.

Nelle foto d’epoca della Fondazione Ansaldo si può ammirare inoltre la compassata eleganza dei capi di abbigliamento di inizio ‘900 lungo le strade sgombre. Anche solo il privilegio di sfogliare questi preziosi documenti è motivo sufficiente per iscriversi al concorso!

Come partecipare al contest

Una volta deciso quale scorcio si preferisce, bisogna recarsi in quel determinato luogo e fotografarlo com’è oggi, con l’inquadratura più simile possibile a quella dell’epoca. Una sfida esaltante il confronto tra la Genova di una volta e quella del presente.

I più sognatori possono poi decidere di rappresentare lo scorcio in versione futuristica, come lo vorrebbero o come pensano che sarà. Per questo tipo di elaborato sono ammesse tutte le tecniche, cartacee o digitali, e si presta soprattutto ai partecipanti più giovani, spesso i più dotati di immaginazione.

Ciascuno può presentare un massimo di 3 elaborati. Saranno selezionati 20 lavori che faranno parte di una mostra a tema. Partecipando si dà il proprio contributo alla costruzione di una memoria condivisa e costruita collettivamente, e di una visione del futuro, che per una città sono sempre cose necessarie. La scadenza del concorso è il 22 ottobre e la premiazione è in programma il 29 ottobre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione