Giovanni Vantaggiato. Il giorno di ordinaria follia di un armatore di un 50 piedi

Giovanni Vantaggiato, l’uomo che ha fatto saltare una bomba davanti alla scuola Morvillo-Falcone di Brindisi, era armatore di un Camuffo 50 d’epoca in legno, una barca da veri intenditori

8 giugno 2012 | di Redazione Liguria Nautica

Giovanni Vantaggiato, l’uomo che ha fatto saltare una bomba davanti alla scuola Morvillo-Falcone di Brindisi provocando morte e distruzione, fino al giorno prima era più conosciuto come l’armatore di uno yacht da intenditori: un Camuffo 50 d’epoca in legno. Un vero gioiello, su cui adorava portare le nipotine. Ma quel “Mr. Hyde” era già da tempo sulla via del declino schiacciato delle sue ossessioni. E oggi alle cronache resta solo il dottor Jekyll che tutti tristemente conosciamo. Ecco la sua storia (da barcheamotore.com).

 

Ha ucciso una ragazza di 16 anni senza una motivazione reale, e ha messo una bomba davanti ad una scuola solo perché gli piaceva quel posto. Non c’entra la mafia né il terrorismo. Vantaggiato non è nient’altro che un uomo solo e cattivo, ossessionato dalla malagiustizia, che nel corso della sua vita ha saputo emergere da una famiglia numerosa e arricchirsi fino a comprarsi una villetta e uno yacht, il suo gioiello: un Camuffo 50. Non un’imbarcazione qualsiasi, ma uno yacht d’epoca costruito in legno dal cantiere più antico del mondo.

 

LA STORIA DELLA BARCA PERFETTA

Alla fine degli anni Novanta Vantaggiato è ricco. È un imprenditore intraprendente e senza scrupoli che ha saputo emergere in un contesto difficile grazie ad alcune intuizioni geniali, come quella di acquistare appezzamenti di terra da utilizzare come deposito di gas e gasolio. Ci fa una fortuna.

 

Vantaggiato proviene da una famiglia numerosa e non particolarmente agiata. È il terzo di otto fratelli, con i quali però non riesce ad instaurare buoni rapporti. Forse è proprio qui che comincia la discesa verso il suo inferno personale. Lui ha successo, la sua famiglia no. Scatta la gelosia, e si tagliano tutti i rapporti.

 

Per compensare decide di regalarsi qualcosa, e la scelta ricade su un Camuffo 50, una barca da oltre 15 metri costata (ai tempi) un miliardo e mezzo di lire, ribattezzata Hale Bopp. Ma ben presto il piacere diventa ossessione, e Vantaggiato obbliga tutti quelli che salgono a bordo a non toccare o sporcare. La cura dello yacht diventa maniacale, vuole una barca perfetta. Così ogni tanto porta le nipotine a fare un giro, come qualsiasi nonno. Ma dentro qualcosa di spaventosamente marcio cresce come un tumore nel corso degli anni, fino ad esplodere nella pazza idea di mettere un bomba davanti ad una scuola. Senza un vero motivo, spinto dagli affari che andavano sempre peggio e da un gravissimo malessere di vivere.
L’ultima volta che è stato visto vicino al suo yacht è stato durante il rimessaggio dopo la stagione invernale nella darsena Puerto del Sol a Porto Cesareo, un posto barca da 2.800 euro al mese. «Vengo domenica con le mie nipotine» ha detto prima di andarsene al suo marinaio De Brodo. Ma questa volta lo yacht è rimasto ormeggiato.

 

SCHEDA TECNICA DEL CAMUFFO 50

Progettista: Marco Camuffo

Nome: Hale Bopp Camuffo 50

Lunghezza 15,40 m

Larghezza: 4,45

Pescaggio: 1,20

Dislocamento: 14 t

Materiale scafo: legno

Velocità Max: 33 nodi

Potenza complessiva: 680 cv

Carburante: 2200 litri

Acqua: 1000 litri

Portata persone: 7

Cabine: 4

Posti letto: 7

Bagni: 3

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 commenti

  1. lauro ha detto:

    Un autogol clamoroso… una redazione, la vostra, che con la cronaca (nera) non dovrebbe avere a che fare.

  2. Nunzio Incorvaia ha detto:

    Complimenti per la scelta editoriale…lo dico sarcasticamente!
    Così ora alla nautica saranno associati anche gli attentatori oltre che l’evasione fiscale, il redditometro, la tassa sul lusso…il cerchio si chiude!
    Abbiamo avuto un’evento nautico eccezionale come la Coppa America a Napoli e a Venezia e i media l’hanno notato appena…invece rimbalziamo una non notizia come questa. E allora? Dove andava a fare il bagno? Che macchina aveva? Ha giocato qualche partita a calcio? A carte? Leggeva il giornale? Dove mangiava la pizza il sabato sera?…leggetevi i tags a fondo articolo e dite se vi sembrano consoni!!! Mi avete stufato!

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione