Il presidente del Porto Antico di Genova a LN: “Con The Ocean Race e il Salone Nautico tra le élites mondiali del mare”

Mauro Ferrando, presidente di Porto Antico Spa, spiega a Liguria Nautica il lavoro fatto per portare a Genova l’arrivo di The Ocean Race e, più in generale, per la leadership di una città di cui “il mare è la sua essenza”

11 Giugno 2021 | di Giuseppe Orrù
The Ocean Race a Genova Porto antico
Il Porto Antico di Genova

Il mare è l’essenza della nostra città“: in una frase l’avvocato Mauro Ferrando, presidente di Porto Antico di Genova Spa, è riuscito a racchiudere non solo il successo che ha portato a fare di Genova la sede di arrivo di The Ocean Race Europe nei prossimi giorni e di The Ocean Race nel 2023, ma anche un sistema di sinergie che garantiranno al capoluogo ligure uno dei primissimi posti tra le élites mondiali del mare.

Nel colloquio con Liguria Nautica, Mauro Ferrando spiega anche alcuni retroscena legati alla scelta di Genova come tappa finale di The Ocean Race, racconta il volto del salotto di Genova, il Porto Antico, sempre più al centro di eventi internazionali e spiega il ruolo determinante del Salone Nautico che spera possa ben presto occupare anche le banchine all’ombra del Bigo, permettendo alla manifestazione di riconquistare la sua “leadership mondiale“.

LN – Avvocato Ferrando, il Porto Antico diventerà il salotto della vela mondiale. Come vi state preparando a questo evento?

MF – Con l’arrivo di Ocean Race Europe, la prossima settimana, faremo le prove generali per The Gran Finale, la tappa conclusiva di Ocean Race del 2023. Sarà una grande festa, in sicurezza, non solo per la città e per gli amanti della vela, a suggellare anche la ripartenza post lockdown: la vela esce dai circoli e dai ristretti ambiti degli eventi per appassionati e abbraccia tutti. L’obiettivo è inserire, a pieno titolo, Genova tra le capitali internazionali di questo sport appassionante, guardando con attenzione ai più giovani.

E’ un percorso di crescita importante, rispetto al quale il Comune ha dato un impulso decisivo, ma che può contare anche sull’appoggio di realtà importanti come la Federazione Italiana Vela e lo Yacht Club Italiano. A questo proposito, voglio ricordare che, in contemporanea con Ocean Race Europe, avremo l’arrivo della Giraglia e, a fine settembre, sempre al Porto Antico, la partenza del Marina Militare Nastro Rosa Tour – Giro d’Italia a Vela.

LN – Da tempo, ormai, si vociferava del fatto che la candidatura avanzata da Genova per ospitare The Ocean Race fosse tra le più accreditate, come fece capire anche Richard Brisius con le sue parole. Quando avete avuto la conferma?

MF – Come Porto Antico siamo particolarmente orgogliosi di essere stati tra i più fervidi promotori della candidatura di Genova, la cui prima presentazione è coincisa con il Salone Nautico 2018. L’annuncio ufficiale della designazione è arrivato l’anno successivo, durante il Salone Nautico 2019. 

Dietro le quinte c’è stato un grande lavoro alimentato dalla comunanza di passioni per la vela e per il mare e l’amicizia di Richard Brisius, il “numero uno” di Ocean Race, nata a bordo del mitico “Gatorade” di Giorgio Falck, con Frankie Cattai, oltre alla lungimiranza manageriale del nostro sindaco Marco Bucci, velista appassionato, che non si è lasciato sfuggire l’occasione.

LN – Quali sono stati gli elementi che hanno giocato a favore di Genova?

Mauro Ferrando, presidente di Porto Antico Spa

MF – Il mare è l’essenza della nostra città. Lo è stato storicamente, ma lo è adesso ed ancor più lo sarà nell’immediato futuro. Con lo sguardo al passato, possiamo così ricordare il Salone Nautico di Genova, che, a partire dalle sue origini nel 1962, rappresenta un biglietto da visita importante nel mondo della nautica in generale, capace di richiamare i velisti più affermati, le due magnifiche edizioni delle Tall Ships con la presenza nel nostro specchio acqueo delle navi scuola più prestigiose di tutte le Marine del Mondo e la tradizione dei circoli velici liguri, vivaio per i campioni di domani.

Guardando avanti, The Grand Finale, nel 2023, sarà un’occasione straordinaria per presentare il Waterfront di Levante, un intervento di riqualificazione che, con il già previsto collegamento con le aree del Porto Antico, costituirà uno degli esempi più interessanti al mondo di valorizzazione urbana. Non dimentichiamo che il progetto del Waterfront di Levante e quello del Porto Antico nascono, entrambi, dalla matita di Renzo Piano, secondo una visione che tiene in considerazione la natura intrinseca dei luoghi, il rigore architettonico e la necessità di realizzare ambienti a misura d’uomo, nei quali sia piacevole vivere, lavorare, studiare, rilassarsi.

Scendendo nel particolare, penso alle Marine dell’ex quartiere fieristico e alla trasformazione che avranno e che in parte stanno già avendo con la realizzazione della darsena per i superyacht realizzata da Amico, divenendo, questo è più di un auspicio, una delle Marine ubicate in una delle grandi città più attraenti del Mediterraneo. La città avrà le carte in regola per riconquistare a pieno titolo la leadership mondiale del Salone Nautico e per attrarre competizioni e incontri di altissimo livello. Con investimenti mirati potremo guadagnarci un posto di primissimo piano tra le élites mondiali del mare.

LN – Quali sono gli obiettivi che si è posto per la sua presidenza del Porto Antico?

MF – Un allargamento degli orizzonti per traguardare obiettivi di più ampio respiro. L’emergenza Covid è stato un freno per questo processo, ma anche l’occasione per rivedere modelli obsoleti e valutare nuove opportunità di valorizzazione per l’attività della società.

I primi risultati, in primis l’aggiudicazione di The Gran Finale e il traguardo di Ocean Race Europe, stanno arrivando. Sono orgoglioso del fatto che i Giovani di Confindustria abbiano scelto il Centro congressi dei Magazzini del Cotone per l’assemblea nazionale che a luglio porterà a Genova i protagonisti dell’economia del nostro Paese dei prossimi anni e concentrerà l’attenzione dei media e della politica sulla nostra città. Stiamo, poi, già lavorando alacremente per Euroflora 2022, con un sistema di relazioni istituzionali e internazionali che si sta ampliando giorno dopo giorno.

LN – Da tempo si dice anche che il Salone Nautico potrebbe espandersi anche al Porto Antico. Secondo lei sono maturi i tempi? Quali accorgimenti bisognerebbe adottare per far sì che il Porto Antico si integri con il quartiere espositivo principale del Salone?

MF – E’ l’augurio più sincero che si possa fare a una delle manifestazioni più blasonate della nostra città, che ritengo pronta a recepire tale esigenza, ponendo in campo tutte le sinergie necessarie, pubbliche e private. I trasferimenti tra le due aree possono contare su un’esperienza pluridecennale e sono un’abitudine consolidata anche per i Saloni di Cannes e di Miami.

Da ultimo, ma non per ultimo, un’immagine: il Porto Antico rappresenta l’area più interessante di Genova, dove la città si fonde con il suo mare, con fascino ed armonia. E non è, quindi, un caso che il Porto Antico sia costantemente al centro dei più importanti avvenimenti del nostro territorio, caratterizzati sempre più da un respiro internazionale.

 

Giuseppe Orrù

The Ocean Race a Genova Porto antico

Il Porto Antico di Genova

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione