Nuovo allestimento al Museo del Mare: apre la “Sala degli armatori”

Dal 2 marzo un nuovo allestimento dedicato alla storia di Genova e del suo porto attraverso i suoi protagonisti: gli armatori.

2 Marzo 2017 | di Redazione Liguria Nautica
Sala degli Armatori
Sala degli Armatori

Ci sono famiglie che hanno fatto la storia di Genova. Dinastie di comandanti e armatori che, dalla fine del XIX secolo, hanno contribuito allo sviluppo e al progresso del porto e della città. A loro, a imprenditori come Erasmo Piaggio, Andrea Corrado, Angelo Costa, Carlo Cameli, Ignazio Messina, GB Bibolini, Ernesto Fassio e Alberto Ravano, è stata dedicata la nuova ‘Sala degli armatori‘ aperta al pubblico da oggi al Galata Museo del Mare di Genova.

La mostra, che racconta la vita ed i successi dei più importanti armatori genovesi, è stata realizzata dall’Istituzione Musei del Mare e della Navigazione in collaborazione con l’Associazione Promotori. La nuova sala, che si trova al terzo piano del museo, richiama anche ad una riflessione sulla marineria mercantile del passato, partendo dal periodo delle grandi migrazioni per arrivare ai giorni nostri, con i racconti della navigazione contemporanea, passando attraverso il periodo bellico, la crisi degli anni trenta ed il boom economico degli anni cinquanta.

Ho potuto vedere e apprezzare la nascita e la crescita di una sala davvero coinvolgente e soprattutto capire il grande e approfondito lavoro di ricerca che contraddistingue l’allestimento con gli aggiornamenti tecnologici più avanzati“, ha dichiarato Maria Paola Profumo, presidente del Mu.MA. Il percorso espositivo si sviluppa infatti in due scenografiche gallerie di oltre 40 metri, dove si potranno ammirare 18 modelli di navi conservate nei depositi museali o negli uffici degli armatori e visibili al pubblico per la prima volta.

Sala degli armatori

Sala degli armatori

Per la nuova sala è stato inoltre appositamente costruito un modello di Liberty, la Bianca Corrado, nave che ha segnato la ricostruzione della flotta mercantile italiana distrutta durante la seconda guerra mondiale. “Sono certa -ha sottolineato la presidente del Mu.MA- che gli armatori, che ringrazio per l’apporto straordinario dato anche in termini di documentazione e conoscenza delle loro realtà imprenditoriali, la apprezzeranno“.

Oltre ai 18 modelli di navi, all’interno della mostra si potranno visionare anche quattro filmati che raccontano alcuni momenti salienti vissuti a bordo della Bianca Corrado, quando armatori e politici discutevano sul futuro della marineria e sulla ripresa dell’economia genovese dopo il disastro bellico e due videoproiezioni a tutta parete che ricostruiscono un bombardamento avvenuto durante la seconda guerra mondiale e una manovra nel porto di Genova. Infine sarà possibile ammirare una riproduzione della plancia di comando di una nave mercantile con un simulatore, predisposto per l’utilizzo della virtual reality, per condurre il visitatore in tre missioni virtuali.

Il percorso è diviso in 7 sezioni – ‘Il porto di Genova’, ‘I traffici’, ‘Lo Stato e gli Armatori’, ‘Gli Equipaggi’, ‘Il Mestiere’, ‘L’innovazione’ e ‘Gli Armatori si raccontano’ – corredate di foto, testimonianze, video, documenti e testi per far conoscere al pubblico tutti gli aspetti del mestiere dell’armatore.

 

Argomenti: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione