Presentato il 58° Salone Nautico: “Sarà il simbolo della Genova che rinasce”. Si parte con il +7,2% di espositori

A Milano svelati i dettagli del boat show genovese, che si terrà dal 20 al 25 settembre. Confermate tutte le presenze dello scorso anno, a cui si sono aggiunti nuovi espositori. Demaria: “Cresce il Salone perché cresce il mercato”

3 settembre 2018 | di Giuseppe Orrù
I relatori alla presentazione del 58° Salone Nautico
I relatori alla presentazione del 58° Salone Nautico

Sarà un Salone Nautico in crescita, perché sta crescendo il mercato. Che si sente addosso tutta la responsabilità di essere la prima vetrina internazionale dopo la tragedia del crollo del ponte Morandi. E proprio per questo diventerà il simbolo della Genova che rinasce e di tutta quell’Italia che non si arrende.

E’ stato presentato a Milano, nella sede de Il Sole 24 ore, il 58° Salone Nautico di Genova, che si terrà da giovedì 20 a martedì 25 settembre.  Un’edizione che si prepara a superare i 148mila visitatori dello scorso anno e che ha già fatto registrare una crescita, con 62 nuovi espositori che si aggiungono a tutti quelli del 2017 che hanno confermato la loro partecipazione.

Genova rinasce

“Genova con il Salone Nautico avrà un banco di prova importante -ha sottolineato Carla Demaria, presidente di Ucina Confindustria Nautica– e saprà mostrarsi in tutta la sua bellezza. Non ci sono opzioni. Sarà il Salone Nautico più bello di sempre. Questa edizione avrà il peso di far capire come Genova e tutto il Paese riparta dopo la tragedia del ponte”.

Sin dal 14 agosto i telefoni negli uffici Ucina sono diventati roventi. Espositori da tutto il mondo chiamavano preoccupati per la logistica. “Abbiamo dovuto spiegare che Genova non è un’isola collegata alla terraferma da un ponte -ha ricordato Demaria- e che l’accessibilità era garantita. Nei giorni del lutto, Ucina ha tenuto un rispettoso silenzio, ma vi assicuro che abbiamo lavorato e per la prima volta abbiamo creato un presidio 24 ore su 24 per accogliere i tir degli espositori, che hanno confermato al 100% la loro presenza. Nessuno ha fatto un passo indietro. Ci saranno 62 nuovi espositori, di cui il 58% sono esteri”.

Davanti alla tragedia molti espositori si sono dimostrati collaborativi, scegliendo di anticipare i tempi degli allestimenti e inviando in anticipo i propri stand e materiali, in modo da non congestionare le strade negli ultimi giorni. Il Salone Nautico 2018 ha già fatto registrare un aumento del 7,2% degli espositori, che saranno 948. Grazie al Progetto Incoming del Ministero per lo Sviluppo economico saranno selezionati 73 giornalisti internazionali, 87 buyer stranieri, in rappresentanza di 27 nazioni.

La crescita

Quest’anno gli espositori saranno 948 (+ 7,2% rispetto al 2017) e + 46 imbarcazioni in esposizione in acqua. Il segmento dei motori entrobordo fa registrare un +13% di crescita mentre è boom per i fuoribordo con il +23% in termini di aumento di presenze. Nella vela cresce la dimensione media delle imbarcazioni esposte. Accessori e componenti sono al + 16,8%.

Negli ultimi anni, la manifestazione si è evoluta seguendo le trasformazioni del mercato, l’andamento dell’industria della nautica da diporto in Italia si conferma positivo per il terzo anno consecutivo. Un’indagine condotta dall’Ufficio Studi di Ucina Confindustria Nautica sulle previsioni 2018 vede il 69% delle aziende coinvolte dichiarare, sulla base del portafoglio ordini, una crescita del fatturato. Il mercato interno continua a crescere, trainato anche dal settore del leasing che ha registrato un +58% di stipulato nel 2017. Nei primi 5 mesi del 2018, il leasing ha registrato un +29% in valore rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Anche il contesto mondiale ed europeo vede una crescita generale dell’industria nautica, cosa che conferma come il trend positivo sia ormai solido.

Da Salone generalista a multispecialista

Per l’edizione 2018 è stata sviluppata l’identità di ogni segmento rappresentato, rafforzando sempre più la natura multispecialista. Il layout si presenterà come quattro saloni in uno, frutto ciascuno di un’analisi puntuale e del confronto con gli espositori, con servizi dedicati a ogni target e la ricerca della massima espressione di rappresentatività.

A svelare il layout è Alessandro Campagna, direttore commerciale de I Saloni Nautici.  “Al padiglione B superiore -ha spiegato Campagna- ci saranno 12mila metri quadrati dedicati agli accessori e alla componentistica, con un aumento del 16,8% degli spazi. Sono previsti oltre 800 incontri b2b con 1.684 espositori coinvolti. Al piano terra del padiglione B 22mila metri quadrati di esposizione più 24mila di specchio acqueo. Tutte le aziende di fuoribordo hanno scelto Genova per presentare le loro novità a livello internazionale. Lo scorso anno furono fatte 3.450 prove in mare; quest’anno saranno molte di più”.

La vela occuperà uno spazio di 16mila metri quadri sotto la tensostruttura, più altrettanti in acqua. Ai superyacht sono riservati 21mila metri quadri a terra e 62mila metri quadrati in acqua, con un aumento del 46% delle imbarcazioni esposte. Ci sarà una nuova area dedicata ai sistemi di controllo della potenza.

Ammiraglie del Salone saranno, per la vela, il Mylius 80’ e, per il motore, il nuovo 48 metri T-Line dello storico cantiere Baglietto.

La nuova VIP Lounge

All’interno del 58° Salone Nautico, sarà allestita la nuova VIP Lounge, un format pensato per accogliere ospiti nazionali e internazionali, moltiplicare le occasioni di networking e di business in uno spazio raffinato, ma informale, ricco di eventi e performance artistiche. La programmazione, dalla colazione all’aperitivo serale, sarà dedicata a partner, cantieri e brand del lusso made in Italy, dal design alla moda, alla progettazione del verde, con presentazioni delle aziende e live performance.

Le istituzioni

Presenti anche le istituzioni, dal Comune di Genova al Governo. “Il Salone Nautico -ha dichiarato Marco Bucci, sindaco di Genova- è una grande opportunità per dare un messaggio che Genova è una città in crescita che vuole essere la prima città del Mediterraneo. La tragedia di Ponte Morandi non può fermare questo percorso di crescita. Mi aspetto un grande Salone con più espositori e visitatori del 2017. Genova saprà dare contributi di arte, tempo libero, eventi di alto livello ancora più dello scorso anno. Per quanto riguarda la viabilità, stiamo lavorando per avere una strada in più già prima del Salone. Ad oggi, la viabilità sta funzionando e sono certo che per il Salone non ci saranno problemi di mobilità”.

“Il dato positivo che emerge oggi -ha aggiunto Giovanni Toti, presidente della Regione Liguria- è la volontà di restare uniti e di unire. Questo è il messaggio che è arrivato in questi giorni e che arriverà durante le giornate del Salone Nautico. Ho trovato nel Salone Nautico uno spirito e una tenacia che lo contraddistinguono da 58 edizioni. In 58 anni abbiamo vissuti momenti difficili, alcuni dei quali hanno aperto le pagine più belle del nostro Paese”.

“Il Salone Nautico -ha sottolineato il governatore ligure- è la prima manifestazione in cui l’entusiasmo e la tenacia con cui abbiamo lavorato sarà visibile non solo in Italia, ma in tutto il mondo. Sarà un ottimo Salone e un’occasione per vedere una bella città e un’Italia che rinasce da un evento difficile. Quest’anno visitare il Salone Nautico sarà anche un segnale di cittadinanza attiva: saranno in tanti a venire al Salone e saranno in tanti ad ammirare le bellezze di Genova e la capacità di fare sistema e fare comunità per progettare insieme il futuro. Esattamente quello che abbiamo fatto in questi anni con il Salone Nautico”.

Il sottosegretario Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Edoardo Rixi, ha ricordato che “oggi tra Governo e Ucina esiste un percorso già avviato per andare a rivedere quelle norme e quei punti che non sono stati risolti in passato con l’obiettivo di consolidare la crescita del settore. In occasione del Salone Nautico, dobbiamo dare un segnale forte di ciò che sa fare il Sistema Paese e cosa sa fare l’industria della nautica da diporto. Dal mare può nascere ricchezza: dallo sviluppo del settore della nautica possono nascere posti di lavoro e risorse per il Paese. Oggi, in occasione della conferenza stampa del 58° Salone Nautico, diciamo con forza che la nautica vuole tornare ad essere leader a livello europeo e a livello mondiale”.

 

Giuseppe Orrù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione