Proviamo “DeepSpeed”, l’idrogetto elettrico di Sealence: “sentite” che silenzio

Al Salone Nautico di Genova abbiamo provato l'idrogetto elettrico DeepSpeed di Sealence. Una propulsione fuoribordo innovativa, che garantisce la massima efficienza e un incredibile silenzio in navigazione

27 Settembre 2021 | di Giuseppe Orrù

Uscire in mare con un gommone da 7 metri e sentire soltanto lo sciabordio dell’acqua sui tubolari? Fino a ieri era possibile soltanto andando a remi. Da oggi invece basta installare a poppa DeepSpeed, l’innovativo idrogetto elettrico fuoribordo progettato e realizzato da Sealence, startup di William Gobbo, che avevamo già intervistato al Salone Nautico di Bologna, che promette di ridefinire gli standard della propulsione.

Lo abbiamo provato al Salone Nautico di Genova, a bordo della barca laboratorio di Sealence, dove abbiamo scoperto un nuovo modo di navigare, che si distingue per la sua efficienza, così come ogni motorizzazione elettrica, e soprattutto per il silenzio che accompagna la navigazione. La ricarica può avvenire allacciandosi a una colonnina elettrica, oppure installando a bordo dei generatori.

Un’altra caratteristica di DeepSpeed è che il motore è integrato nel piede dell’idrogetto: in questo modo escono meno cavi possibili e si riduce il rischio di danneggiare varie componenti. Dal motore parte una doppia schiera di morsetti: una è quella che porta all’idrogetto l’energia elettrica, l’altra è quella che collega il motore ai vari sensori, che ne garantiscono il miglior funzionamento possibile. Pesi e ingombri, inoltre, sono ridotti rispetto all’accoppiata motore-pompa dei tradizionali idrogetti.

DeepSpeed consente l’installazione fuoribordo, elimina la necessità di accoppiamenti (albero di trasmissione o altri organi meccanici) e utilizza un motore elettrico per creare il moto per reazione. L’installazione fuoribordo permette di creare un sistema di raffreddamento ideale, azzera rumore e vibrazioni, toglie significativo peso ed ingombro dall’interno degli scafi. Le innovazioni fluidodinamiche, invece, assicurano un incremento di efficienza, grazie a innovazioni di ispirazione aeronautica.

 

Video di Claudio Colombo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione