“Le piace questo salone nautico ?”L’intervista al pubblico della fiera VIDEO

Positive e negative le impressioni (del pubblico) di questa 55esima edizione del Salone Nautico

2 Ottobre 2015 | di Redazione Liguria Nautica

«Cosa ne pensa di questa edizione del Salone Nautico?» Una domanda semplice e diretta che abbiamo rivolto ai visitatori e gli addetti ai lavori all’interno del quartiere fieristico.

Espositori e pubblico divisi nelle risposte: c’è chi è già entusiasta di questa 55 esima edizione del Salone Nautico di Genova e chi, purtroppo, non riesce a vedere nessuna ripresa. Chi lo trova un salone vuoto, scarso e chi finalmente è già riuscito a comprare la braca dei propri sogni.

Abbiamo riscontrato che, in questi primi giorni, l’afflusso di pubblico è piuttosto selezionato: si tratta nella maggior parte di operatori del settore e dell’indotto. Questa è indubbiamente una notizia positiva per gli espositori, dato che negli ultimi anni era stato prevalente il pubblico dei semplici curiosi, un dato da tenere sicuramente in considerazione.

La presidente Demaria aveva dichiarato «Si, è il Salone del rilancio, ci crediamo, i numeri dicono questo e i segnali inducono all’ottimismo. Sulla presenza di pubblico vedremo a fine Salone, per il momento abbiamo un incremento del 40% sulla vendita dei biglietti online».

La situazione meteo di questi giorni non sta certamente aiutando l’afflusso, ma per tirare le somme è ancora troppo presto.

Ecco nel nostro video esclusivo le impressioni della fiera Nautica nel suo terzo giorno.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

4 commenti

  1. DM ha detto:

    Da tecnico e da addetto stampa posso integrare e confermare alcune impressioni già esposte dai lettori. A mio personale avviso il salone ha vissuto due realtà parallele: se da una parte gli organizzatori hanno fatto di tutto per migliorare immagine e la comunicazione dall’altra parte non potevano certo intervenire sulla criticità sistematica data dall’assenza di alcuni nomi e, soprattutto, dalla scarsa affluenza di veri e propri aspiranti compratori, i quali e fino a prova contraria, fanno testo e cassa.
    Di addetti ai lavori, me compreso, è sicuramente da sottolinearne e confermare una nutrita presenza data inequivocabilmente dall’esigenza di capire dove si stia effettivamente andando.
    Il legislatore sta sbandierando le sue iniziative ed al salone in questo senso l’impegno è stato visibile. Peccato che per lavorare seriamente sul miglioramento del comparto non basteranno certo un nuovo codice sulla nautica o una diminuzione di talune imposte per far resuscitare il paziente…
    Abbiamo ottimi professionisti e aziende, anche medio piccole assai capaci ma l’Italia si sta dimostrando un paese poco attento e interessato al settore marittimo.

  2. NP ha detto:

    In qualità di operatore nel campo dei motor-yacht che lo frequenta ogni anno da 20 anni devo dire che è stato ed è una enorme delusione. Non si capisce quanto lo scisma all’interno dell’UCINA possa essere la causa di una manifestazione così mesta o quanto il risultato di un mercato interno in grande declino sia per l’acquisto ma anche per lo stazionamento e la manutenzione delle imbarcazioni. Sempre nel campo dei motor-yacht ci sono solo una parte dei costruttori nazionale e pochissimi stranieri che spesso hanno esposto barche vecchie di anni addirittura poco curate (pulizia, ruggine….).
    Qualcuno si ricorda cosa c’era solo 4 anni fa al posto della parte vestiario e cibarie? Fior di costruttori sia italiani che stranieri…..
    Sembra una fiera di paese al confronto di una manifestazione importante come quella di Cannes di solo qualche settimana fa dove si respirava una ben diversa aria e non solo per un mero fatto metereologico !!!
    Non penso sinceramente che sia il modo corretto per rilanciare una importante settore del made in Italy che coinvolge sono sono i grandi nomi della nautica italiana ma tutti i loro contractor e le varie aziende artigiane.

  3. stefano zanchini ha detto:

    Non so come sia possibile dire che e’ un salone in ripresa , tutti i nomi importanti hanno lasciato le tende per posti migliori , sembra una sagra di paese , con qualche stand – di internazionale non c’e’ niente , e’ solo una festa paesana al costo di 15 euro per non avere niente.
    Evito altri commenti , tanto sono inutili
    io visoto il salone dal 1976 e vado per mare sopra e sotto l’acqua da altrettanti anni

    STEFANO

    cordiali saluti

  4. daniele ha detto:

    Opinioni contrastanti!

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione