Terremoto in Cile: onde alte spazzano la costa

La provincia di Choapa è stata dichiarata "zona di catastrofe", si contano 5 morti e un milione di evacuati

17 Settembre 2015 | di Redazione Liguria Nautica

Terremoto in Cile: onde alte che mettono in pericolo la costa, l’incubo questa volta viene dal mare. Il Paese sta vivendo ore di paura, dopo il forte terremoto di magnitudo 8.3 che ha colpito la zona centrale del Cile. Il ministero dell’Interno ha appena annunciato che al momento si contano 5 morti, un milione di evacuati e circa 245mila famiglie rimaste senza corrente elettrica, la provincia di Choapa, la più vicina all’epicentro, è stata dichiarata “zona di catastrofe”.

Terremoto in Cile: la situazione

Parliamo di onde alte 4 metri e mezzo che minacciano le coste e le strutture portuali Paese. Il governo ha ordinato l’evacuazione preventiva delle zone costiere, l’allerta tsunami è stata estesa anche al Perù e alle Hawaii. Rientrato l’emergenza sulle coste americane del Pacifico, a quanto emerge dlle ultime previsioni meteo.

Il terrmeoto in Cile, il cui epicentro è stato registrato 228 chilometri a nord di Santiago, è stata avvertita fino a Buenos Aires, in Argentina. La presidente, Michelle Bachelet, ha annunciato che visitera’ le zone colpite dal sisma per rendersi conto di persona della situazione. “Ancora una volta dobbiamo affrontare un duro colpo della natura”, ha affermato la presidente, avvertendo che potrebbero verificarsi altre forti scosse di assestamento. La tv ha mostrato le immagini di persone terrorizzate in strada, edifici distrutti e strade allagate in alcune citta’ lungo la costa, in particolare a Coquimbo, la piu’ colpita dalle onde anomale. “Il tremore è cominciato lentamente, poi sempre più forte”, ha raccontato terrorizzato un testimone, “eravamo al 12esimo piano, non smetteva piu'”.

Nel febbraio del 2010, un nuovo terribile terremoto in Cile di magnitudo 8.8 colpì la zona centrale del Cile, provocando la morte di oltre 500 persone. La città di Constitucion, che nel 2010 venne rasa al suolo, oggi è stata completamente evacuata compresi gli ospedali e le prigioni. Inutile ricordare lo tsunami che più ha scosso l’opinione pubblica mondiale: nel 2004 un maremoto colpì la Thailandia, provocando oltre 230mila morti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

Mercato nautica

“The impossible”, è possibile sopravvivere a uno tsunami? VIDEO!

  • 4 Febbraio 2013

Negli ultimi nove anni la popolazione della terra è stata vittima di due tsunami catastrofici e apparentemente imprevedibili. Liguria Nautica, attraverso i video che diffonde la rete, vuole riproporre quel momento in cui la natura da' il meglio e il peggio di sé nello stesso istante, mentre il 4 gennaio esce nelle sale il film tratto dalla vera esperienza di una famiglia nel tristemente famoso 2004. VIDEO

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione