UCINA celebra la prima “Giornata Nazionale del Mare” con iniziative in tutta Italia

Numerosi gli appuntamenti organizzati da UCINA Confindustria Nautica per sviluppare la cultura del mare ed esplorare le potenzialità della Blue Economy in Italia

11 aprile 2018 | di Manuela Sciandra
Andora mare
Andora mare

Oggi, 11 aprile 2018, è una data molto importante per la nautica da diporto e la sua filiera, perché si festeggia in tutte le scuole la prima “Giornata Nazionale del Mare“, istituita dal nuovo Codice della Nautica da Diporto (entrato in vigore il 13 febbraio scorso) dopo un lungo lavoro che ha visto come capofila UCINA Confindustria Nautica.

Scopo della Giornata è quello di “sviluppare la cultura del mare inteso come risorsa di valore culturale, scientifico, ricreativo ed economico“. Proprio l’obiettivo perseguito da UCINA che, insieme ad Assilea (Associazione Italiana Leasing), Confarca (Associazione Scuole Nautiche) e FIV (Federazione Italiana Vela), ha realizzato e inviato un video sul tema a tutte le scuole secondarie di primo e secondo grado.

Numerose le iniziative in programma, tra cui una giornata di studi su “Le professioni del mare” presso la Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Viareggio, con il patrocinio del Comune e della Direzione Marittima della Toscana (promossa da UCINA, Assilea, Confarca e FIV).

Nel Porto Turistico di Roma sono stati poi organizzati una serie di workshop, laboratori e dimostrazioni per far conoscere ai ragazzi delle scuole elementari il mare attraverso lo sport. Al centro dell’iniziativa, il rispetto per l’ambiente, la biologia marina e l’impegno dell’industria nautica per uno sviluppo sostenibile dell’economia del mare.

A Genova la Giornata del Mare vedrà UCINA nella veste di partner istituzionale del Blue Economy Summit, manifestazione promossa dal Comune di Genova e dall’Associazione Genova Smart City. Fino al 12 aprile, attraverso una serie di convegni, workshop e visite tecniche, verranno esplorate tutte le attività umane che utilizzano il mare, le coste ed i fondali come risorse per l’industria e lo sviluppo di servizi, quali porti, logistica e trasporti, cantieristica da diporto e non, turismo marittimo, costiero e di crociera, pesca, acqua-cultura, biotecnologie marine ed energie rinnovabili marine.

UCINA prenderà parte, in particolare, alle sessioni dedicate al valore della Blue Economy in Italia e sul territorio, all’evoluzione delle infrastrutture del porto di Genova e ai centri di ricerca, industria ad alta tecnologia e formazione, in un’ottica di sviluppo della cultura del mare sia come risorsa che come opportunità professionale.

L’associazione di categoria ha inoltre promosso, in collaborazione con ICE Agenzia, una missione incoming dedicata ai giornalisti stranieri, che prevede una visita ai principali distretti nautici della Liguria e della Toscana. Fino al 12 aprile i delegati, provenienti da Europa, Russia ed Emirati Arabi, visiteranno, tra gli altri, i cantieri navali Permare, Otam, Baglietto e Sanlorenzo in Liguria e Benetti, Codecasa, Rossi Navi e Overmarine in Toscana.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione