Motoryacht, Crossover o Explorer? Con UP40 di Antonini Navi sceglie l’armatore

Antonini Navi ha suscitato grande interesse al Salone Nautico di Genova con l’ambizioso progetto UP40

8 Ottobre 2020 | di Maria Cristina Sabatini

Anche Antonini Navi, nuovo brand del Gruppo Antonini dedicato alla nautica di lusso, era presente all’edizione 2020 del Salone Nautico di Genova, una tra le più importanti vetrine internazionali del settore e finora l’unica in Europa a essersi tenuta nonostante il Coronavirus.

Durante i 6 giorni della kermesse, il cantiere spezzino ha esposto i modelli in scala dei suoi primi due concept, Crossover ed Explorer, nati dalla piattaforma modulare UP40. Il salone genovese è stato infatti l’occasione per presentare ufficialmente al pubblico la nuova scommessa del cantiere spezzino, il progetto Utility Platform 40: uno scafo modulare che può essere adattato a tre diverse tipologie di yacht dislocanti.

Motoryacht, Crossover o Explorer?

Immaginate uno scafo in acciaio di 40 metri di lunghezza, la cui architettura navale ed ingegneria, a seconda della sovrastruttura scelta dal cliente, può dare vita a tre diversi modelli: un elegante e moderno Motoryacht, un marino ed essenziale Crossover e un solido e multifunzionale Explorer, tutti nati dall’esperienza e dall’ingegno di Fulvio De Simoni, yacht designer di fama internazionale.

Una piattaforma modulare studiata per dare all’armatore la possibilità di personalizzare la tipologia e gli interni del proprio superyacht a costruzione iniziata, scegliendo tra tre differenti stili e proposte: elegante, essenziale o sportiva. Il risultato? Alta personalizzazione, massima flessibilità di scelta e tempi di consegna ridotti, se non addirittura dimezzati.

Partendo da un Gruppo solido, con un importante bagaglio di conoscenze tecniche e commerciali nel mondo dei superyacht e dalla posizione strategica del Golfo di La Spezia – spiega Aldo Manna, partner di Antonini Navi – il nostro cantiere mira a conquistare questo settore grazie a un’offerta basata su affidabilità, competenza ed esperienza ai massimi livelli. Siamo orgogliosi del successo che sta suscitando il progetto UP40. Siamo convinti che con queste premesse vedremo presto i primi importanti risultati”.

 

Maria Cristina Sabatini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione