Si rinnova la partnership tra Heron Yacht e Rossinavi al Monaco Yacht Show

Una collaborazione che si ripete per il secondo anno consecutivo durante l'esposizione monegasca per rappresentare l'esclusività e l'eleganza italiana

11 settembre 2019 | di Andrea Bergamini
Heron Yacht Rossinavi - Heron56
Heron56

Due cantieri che, anche se in ambiti diversi, sono capaci di osare. Heron Yacht, giovane cantiere italiano che propone imbarcazioni lontane dai tradizionali stilemi architettonici e Rossinavi, unico cantiere di superyacht a conduzione familiare in Italia. Una collaborazione che si rinnoverà per il secondo anno consecutivo durante il Monaco Yacht Show, in programma dal 25 al 28 settembre, per rappresentare l’esclusività e l’eleganza italiana.

Il maxi-open Heron 56 agirà da spola per trasferire gli ospiti a bordo degli yacht Rossinavi in rada. Sviluppato dallo staff tecnico del cantiere e dallo studio navale SC Superyacht Design di Roma, lo yacht, dalle forme avveniristiche, è disegnato per enfatizzare una carena unica nel suo genere, in grado di garantire elevato comfort di navigazione.

Il maxi-tender Heron 56 opererà da supporto a Rossinavi che, a sua volta, partecipa al MYS con Polaris, un megayacht dalle linee esterne eleganti, dinamiche ed al contempo sportive, disegnato da Enrico Gobbi per Team for Design, con architettura navale firmata da Arrabito Naval Architects.

Roberto Bello, CEO di Heron Yacht, ci svela le sue impressioni in questo momento particolarmente importante per lo sviluppo del cantiere e alla vigilia dei saloni autunnali.

Come giudica i primi due anni di attività per Heron Yacht e quali riscontri ha ricevuto dagli appassionati del brand?

Sono stati molto faticosi e la strada da percorrere è ancora lunga. Lavoriamo con lo spirito di migliorarci sempre per raggiungere l’obiettivo di riuscire a convincere il mercato che il nostro prodotto è veramente innovativo. I nostri yacht sono progettati appositamente per offrire esperienze uniche anche in termini di design. Per questo voglio ringraziare l’intera squadra che lavora ai progetti, poiché sta dimostrando grande impegno e professionalità in ogni occasione. La nostra soddisfazione sta nella consapevolezza di aver aperto una nuova strada nel settore nautico. Il pubblico ci premia con il suo interesse e ad ogni manifestazione fieristica ci dimostra di apprezzare sempre di più i nostri prodotti.

Come le appare il nuovo “armatore tipo” del periodo post-crisi?

Gli armatori e aspiranti tali sono molto più coscienti e competenti, hanno chiaro in mente ciò che desiderano e sono molto preparati tecnicamente.

Programmi futuri a breve ed aspettative per i Saloni di Cannes e Montecarlo?

Stiamo procedendo con la produzione del nuovo Heron 38 che, secondo i nostri piani, dovremmo presentare nel 2020 a Napoli al prossimo Nauticsud. Siamo inoltre al lavoro sullo sviluppo di un 45′ e sul progetto di un gommone. Relativamente a questo argomento non posso ancora svelare nulla. Dai prossimi Saloni di Cannes e Montecarlo mi aspetto delle conferme per acquisire ancora più consapevolezza che la rotta intrapresa possa essere quella giusta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione