Varato dai Cantieri Mostes un Explorer veramente Audace!

Siamo andati al varo tecnico, presso i cantieri Amico di Genova, dell’Audace 80, uno Yacht Explorer realizzato interamente dai Cantieri Mostes

1 marzo 2019 | di Liguria Nautica

Appena arrivati sul piazzale dei Cantieri Amico abbiamo notato subito una navetta dall’estetica imponente ma sono soprattutto le caratteristiche tecniche, un mix di comfort e sicurezza, che rendono questa nuova imbarcazione realizzata dai Cantieri Mostes veramente audace: uno Yacht Explorer che permetterà all’armatore navigazioni oceaniche.

L’Audace 80 è infatti una navetta dislocante oceanica lunga 25,59 metri fuori tutto e omologata entro i 24 metri (rientra nelle imbarcazioni da diporto), pensata per riunire sicurezza e autonomia in un unico mezzo. I Cantieri Mostes hanno dichiarato che è stata progettata e realizzata per un armatore che “vuole distinguersi nel mondo delle imbarcazioni da diporto attraverso un’imbarcazione capace di affrontare qualsiasi condizione meteo-marina in assoluto comfort e sicurezza”.

Lo scafo, robusto e stabile, presenta una linea equilibrata e pulita e forme generose che creano volume sia nelle aree centrali che nella zona prodiera. Proprio queste forme, frutto di numerose e approfondite prove in vasca, permettono un’ottimizzazione dei consumi e della stabilità dell’imbarcazione. Grande attenzione è stata riservata anche al comfort, come dimostra la scelta di materiali insonorizzanti per fornire un’efficace barriera contro la rumorosità della sala macchine e l’installazione degli assi motore su una specifica resina per attenuare il propagarsi delle vibrazioni dovute agli impianti di propulsione.

La costruzione è iniziata nei primi mesi del 2017, (qui il nostro articolo con le foto dello scafo nudo)sulla base di un progetto di imbarcazione con la quale “poter navigare in tutto il mondo a ritmi tranquilli, godendosi il viaggio”, secondo quanto richiesto dall’armatore. L’Audace 80 è dotato di tre ponti. Sul ponte inferiore si trovano due cabine vip e due cabine ospiti, sul ponte principale la zona giorno al coperto e l’ampia cabina armatoriale e, al livello più alto, il ponte aperto presenta una cucina e una vista diretta sulla plancia di comando. Quest’ultima, infatti, non essendo separata nettamente dagli altri spazi, permette al comandante-armatore di seguire la rotta senza rinunciare alla compagnia dei propri ospiti.

Lo Yacht Explorer è inoltre munito di un sistema di stabilizzazione giroscopica Quick e di due motori Man da 381 HP, per una velocità massima di 11 nodi e una velocità di crociera di 9 nodi, con un’autonomia di 5.000 miglia nautiche a 8 nodi, che permette un range oceanico. “Con questo progetto non siamo scesi a compromessi sia in termini di sicurezza che di solidità”, ha dichiarato con soddisfazione Nicola Praticò, titolare, insieme a Elena Lappon, dei Cantieri Mostes. Il costo? Dovrebbe aggirarsi intorno ai 4 milioni di euro.

SCHEDA TECNICA “AUDACE 80”

-Nome: TBA

-Modello: “Audace 80”

-Cantiere: Cantieri Navali Mostes

-Anno costruzione: 2017

-Scafo: acciaio

-Sovrastrutture in alluminio

-Lunghezza f.t.: 25,59 metri

-Lunghezza di omologazione: 23,89 metri

-Lunghezza al galleggiamento: 23,43 metri

-Larghezza fuori ossatura: 6,48 metri

-Altezza di costruzione: 5,10 metri

-Immersione in Pieno Carico: 1,70 metri (al netto di eliche e skeg)

-Dislocamento standard: 110 tonnellate

-Dislocamento a Pieno Carico: 125 tonnellate

-Dislocamento a Nave scarica: 100 tonnellate

-Riserva carburante: 20.000 litri

-Acqua dolce: 2.500 litri

-Acque nere: 1.000 litri

-Acque grigie: 1.000 litri

-Zavorra: 7.450 litri (2 casse)

-Velocità massima: 11 nodi

-Velocità di crociera: 9 nodi

-Autonomia a 8 nodi: circa 5.000 miglia nautiche

-Motori: 2 x MAN D 2876 280 KW 1800 RPM (ore annue illimitate al 100% di carico)

-Riduttori: 2 x ZF W325 riduzione i 4,048:1

-Sistema di generazione elettrica: 3 x generatori (n° 2 da 40 Kw – 50 Hz / n° 1 da 25 Kw – 50 Hz)

-Sistema di stabilizzazione: 2 x stabilizzatori giroscopici Quick 56k

-Dissalatore: 2 x dissalatori ad osmosi inversa SELMAR capacità oraria 150 l/h cadauno

-Numero Ponti: 3

-Numero cabine: 5 (di cui 4 per gli ospiti e 1 armatoriale)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7 commenti

  1. Andrea rinaldetti ha detto:

    Fantastica imbarcazione abbiamo collaborato con l azienda cantieri Mostes che ci hanno dato piena fiducia e libertà di esprimere idee nuove per raggiungere obbiettivi unici… Grazie per la possibilità

  2. Ambrogio ha detto:

    È la tipologia di scafo che preferisco .. lenta ma ovunque.. MOLTO bella

  3. Fabrizio ha detto:

    Riccardo, lo scafo non è deformato, ha solo le saldature a vista e non è stuccato.

  4. Riccardo ha detto:

    Nemmeno varato e lo scafo è già tutto deformato.

    Purtroppo costruire scafi saldati non è per tutti.

  5. Pietro ha detto:

    Menomale che non sono finiti nel vortice Volvo Penta IPS… altrimenti di manutenzione se ne comprava 2 di Explorer appena finita la garanzia

  6. Paolo M. ha detto:

    Bravi e simpatici

  7. Paolo M. ha detto:

    Il bello dei cantieri Mostes è che ci mettono la stessa passione e cura sia per lo yacht da 4 milioni sia per la barchina a vela del povero pensionato.
    Braciere simpatici

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione