Acquisizione Baglietto, Vitelli: "Vogliamo essere capiti"

La curatela temporeggia, anche se i sindacati hanno dato il via libera all'acquisizione dell'ex stabilimento Baglietto di Varazze da parte della Azimut Benetti. Il presidente Paolo Vitelli spiega il perché

23 Gennaio 2012 | di Redazione Liguria Nautica

Si parla anche della spinosa vicenda relativa all’acquisizione dei cantieri Baglietto di Varazze nell’intervista rilasciata da Paolo Vitelli, fondatore e presidente del gruppo Azimut-Benetti, al quotidiano “Il Giornale”.

 

Vitelli fa luce sul perché la trattativa proceda a rilento, nonostante i sindacati ormai si siano schierati a favore dell’acquisizione: «Si tratta di una concessione concessione scaduta – spiega al quotidiano – e di un’altra che scadrà fra 2 anni sulle quali sorge una struttura industriale fatiscente, tutta da rifare. La curatela vuole giustamente incassare il massimo, anche se il successo del concordato è garantito dall’assuntore».

 

Nell’offerta presentata dal gruppo Azimut è inclusa la riassunzione di tutti i dipendenti ex Baglietto – ora cassaintegrati – e la ristrutturazione dello stabilimento, le cui condizioni sono pessime, per la produzione di nuovi modelli troppo grandi per essere realizzati nel sito di Avigliana. Il cantiere ha subito 5 tracolli negli ultimi 30 anni, e Paolo Vitelli non vuole fare la fine del sesto: anzi, la riconversione, secondo il presidente di Azimut, potrebbe essere la chiave del successo. Basta essere capiti, e non intralciati.

 

e.r.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione