Astronave o mega yacht? Dalla Cina con furore arriva Adastra! Le foto

Quindici milioni di sterline. Sono i soldi tirati fuori dal tycoon Anto Marden per il trimarano Adastra, 42,5 metri di tecnologia. Questo “Enterprise” del mare può essere comandato tramite un iPad! Le foto

14 Aprile 2012 | di Redazione Liguria Nautica

Guardate cosa sono andati a scovare i giornalisti di Barche a Motore! Uno yacht pazzesco per un eccentrico miliardario, dal design futuristico e dalle prestazioni super! Ecco l’articolo integrale ripreso dal loro sito!

 

BENVENUTI, FINALMENTE, nell’era spaziale. Ecco prendere vita la realtà immaginata nei film di fantascienza degli anni ’70. Ci sono voluti 5 anni di lavoro “matto e disperatissimo” in Cina, prima di poter ammirare l’Adastra, gioiello da 15 milioni di sterline (18 milioni e 165 mila euro, se preferite) del miliardario Anto Marden, che a Hong Kong ha fatto fortuna con lo shipping. Si tratta di una vera e propria astronave galleggiante, lunga 42 metri e mezzo, con un baglio massimo di 16 metri e un dislocamento di 52 tonnellate: un trimarano gigante in grado di ospitare a bordo 9 persone e sei membri dell’equipaggio.

 

LO COMANDI CON UN IPAD!
La particolare forma dello scafo, costata sudore e fatica – intellettuale – ai designer inglesi e – fisica – agli operai cinesi, permette all’Adastra di avere un’autonomia fuori dal comune: con un pieno, grazie alla spinta di un motore Caterpillar C18 1150hp e di 2 Yanmar 110hp fuoribordo, è in grado di  macinare 4000 miglia a una velocità media di 17 nodi (“ciucciando” solo 120 litri all’ora. Quanto basta, ad esempio, per compiere una traversata dall’Inghilterra a New York, senza scali per il rifornimento. A dispetto della forma avveniristica, il trimarano non arriva a velocità “spaziali”: può raggiungere una punta di 22,5 nodi. Sfruttando le ultime tecnologie in fatto di comando remoto, è possibile controllare questa sorta di “Enterprise del mare” – se si è nel raggio di 50 metri – utilizzando un iPad. Il baglio di 16 metri ha permesso al designer inglese John Shuttleworth (guarda caso, nel cognome appare la parola “shuttle”!) di sbizzarrirsi: sul ponte principale dell’imbarcazione c’è la sala da pranzo, un area lounge e la postazione di comando. A poppa uno spazio relax e un bar si aggiungono a una seconda area per le cene all’aperto.

 

MARDEN VS ABRAMOVICH, DUELLO A COLPI DI YACHT
Adastra si va ad aggiungere a una lunga serie di yacht ultratecnologici: soltanto l’anno scorso il patron del Chelsea Roman Abramovich si è visto consegnare l’Eclipse, super barca da 300 milioni di sterline comprendente due piscine e altrettante piste da atterraggio per elicotteri, una palestra, un salone da parrucchiere, una discoteca e, non ultimo, un sottomarino stile 007. A cosa dobbiamo prepararci nel prossimi anni? Megayacht che prendono il volo? Piattaforme petrolifere chic? Finché non si estinguerà la razza degli eccentrici tycoon carichi di soldi, ne continueremo a vederne delle belle!

 

GUARDA CHE SPETTACOLO L’ADASTRA! (immagini China Foto Press / Barcroft Media)

[nggallery id=108]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione