Alluvione nello spezzino: perde la propria barca, la polizia gliela riconsegna

E' successo a un imprenditore di Parma, la cui imbarcazione, dal nome "Madama", è stata recuperata dalla Squadre Marittime contestualmente ai soccorsi

10 novembre 2011 | di Redazione Liguria Nautica

Proprio per contrastare lo sciacallaggio sulle imbarcazioni alluvionate, di cui avevamo parlato in un precedente articolo, contestualmente ai soccorsi, coordinati della Prefettura, il Questore della Spezia ha disposto immediatamente un servizio di prevenzione “anti-sciacalli del mare” ad opera delle Squadre Marittime e dei Sommozzatori del CNeS (Centro Nazionale della Polizia di Stato per le attività nautiche e subacquee).

 

Mentre il 26 ottobre scorso una squadra del CneS stava raggiungendo via mare Monterosso, per portare cibo e aiuti alle vittime dell’alluvione, ha notato in mare alcune imbarcazioni alla deriva. Una in particolare ha colpito gli agenti, per il nome, “Madama” (terminale che i criminali romani utilizzano per indicarela Polizia): nonostante fossero a bordo di un gommone ultraleggero, e un forte libeccio stesse soffiando, gli agenti hanno optato per il recupero, trainando l’imbarcazione fino al molo della Polizia.

 

Per tutte le altre imbarcazioni si è mossa, ovviamente,la Capitaneriadi Porto. “Madama” appartiene a un’imprenditore di Parma, che avrà tirato un sospiro di sollievo sapendola in mani sicure: ne ha ripreso possesso l’8 novembre. Purtroppo molti altri armatori non sono stati così fortunati, e sono stati vittime di sciacallaggio: C’è chi depreda e chi, profittando delle pieghe della legge, procede al recupero per ottenere il 10% del valore del natante.

 

e.r.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

1 commento

  1. Marco Fantini ha detto:

    La barca in foto è Micael ed era di proprietà di due veterinari di Reggio Emilia.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione