Assalto dei pirati nel Mare di Corsica: rubato yacht, FOTO

Uno yacht da oltre un milione di euro è stato preso d’assalto da un gruppo di pirati mentre navigava nelle acque della Corsica, le tre persone a bordo sono state tenute in ostaggio per ore e poi abbandonate in mare

19 Febbraio 2014 | di Redazione Liguria Nautica

“Armageddon”, è lo yacht di 17 metri, una sorta di motorsailer per la precisione,  dal valore di oltre un milione di euro, preso d’assalto e rubato da un gruppo di pirati nel mare della Corsica, nel Golfo di Roccapina. Un commando di quattro uomini armati ha abbordato l’imbarcazione e sequestrato per alcune ore i suoi tre occupanti.

 

Solo tanta paura per i tre diportisti, che sono stati prima chiusi per tre ore dentro una cabina della barca, poi abbandonati a bordo di una scialuppa di salvataggio, a diverse miglia dalla costa, quando ormai vedevano allontanarsi lo yacht all’orizzonte.

 

Scheda tecnica:

Modello: GT 54

Cantiere: Garcia Yachting

Lunghezza: 16.50 m

Larghezza max: 4,90 m

Pescaggio: 1.68 m

Dislocamento: 26-32 T

Categoria: 8 persone

Motore: 188 HP

Velocità massima: 11 nodi

Architetto: Saillard / Darnet / la Quément

 

[nggallery id=339]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

12 commenti

  1. pier ha detto:

    Non è una informazione completa,sembra un fatto non successo.

  2. dario ha detto:

    Questa è una brutta notizia, tutti gli sforzi per rilanciare la nautica vanno a fondo in un secondo. Addio traversate tranquille con la famiglia.

  3. Mauro ha detto:

    Gentili lettori,
    Per quanto riguarda la dicitura maxiyacht, come potete notare, nel titolo e al primo rigo abbiamo usato il termine yacht, commettendo un errore di distrazione nell’ultimo di cui ciscusiamo, e correggiamo. Per quanto riguarda la dicitura motorsailer, il progetto prevede anche un gennaker da armare sul rig. Va considerato che Garcia Yachting ha 40 anni di tradizione di barche a vela in alluminio e ha deciso di lanciarsi in questa nuova gamma trasferendo le competenze in quel settore verso le imbarcazioni a motore per crociere a lunghissimo raggio. Sicuramente non si tratta di un motorsailer classico, ma la filosofia progettuale riteniamo sia del tutto diversa da quella di un’usuale barca a motore.

  4. Pierangelo ha detto:

    Incredibile!! Spero che la reazione della Guardia Costiera sia immediata e assolutamente determinata. Tutte le Guardie Costiere dovrebbero agire insieme e coordinate per battere questi delinquenti sul nascere. Se lasciassimo passare questo fatto senza trovare i colpevoli e la barca immediatamente, cosa del resto possibile se voluta, perderemmo il Mediterraneo e tanti saluti a tutta la Nautica.. Ci rimarrebbe solo di vendere le barche al più presto.
    Voglio confidare nell’efficienza della Guardia Costiera.

  5. Marino ha detto:

    Maxy yacht (17 metri) e motorsailer (per la randa antirollio)?
    Ma cosa scrivete?

  6. Claudio ha detto:

    Poi se verranno catturati dagli italiani , i pirati intedo, gli faranno ciac ciac sulle manine dicendogli di non farlo piu !!! E poi ovviamente saranno rilasciati .

  7. Luciano ha detto:

    Come si faceva una volta, quando si prendono si impiccano al pennone della nave……….. gli altri pirati ci penseranno due volte

  8. FAbio ha detto:

    Vista la particolartità dell’imbarcazione per lo meno credo che faranno assai fatica a venderla. C’è da augurarsi invece che non venga utilizzata per i viaggi degli immigrati…………..

  9. Sergio ha detto:

    CONFONDERE UNA VELETTA ANTI ROLLIO PER UN PIANO VELICO DA MOTOR SAILER E’ DAVVERO GRAVE ! Riguardo l’episodio di pirateria : gravissimo, ma che cattivo gusto quei “pirati”. Armaeddeon . vuoi per la sua bruttezza ( o è più elegante dire originalità ? ) , vuoi per il ristretto bacino mediterraneo è facilmente individuabile. Che dicono gli investigatori ?

  10. Enrico Laguerra ha detto:

    Bene, adesso chi l’ha rubata dovrebbe anche dargli fuoco o affondarla dopo averla ripulita di tutto cio’ che e’ inquinante.

  11. Nicola ha detto:

    Non é un motorsayler!
    É una barca a motore (mototyact)
    É meglio dare le informaxioni esatte.

  12. daniele ha detto:

    di dov’erano i pirati? hanno poi ritrovato la barca?

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione