Atlantis 45 e 78 Flybridge: LN vi presenta altre due perle di Azimut Yachts

Le due linee di Azimut Yachts, Atlantis e Flybridge, ancora una volta protagoniste grazie al nuovo 45 e all'innovativo 78

18 Settembre 2020 | di Nicolò Scovazzi
Atlantis 45

L’innovazione di Azimut Yachts non passa solamente dal Magellano 25 metri. E Liguria Nautica vi presenta, dopo una visita a bordo, il 78 Flybridge e il più recente Atlantis 45. Le due imbarcazioni, pensate per due differenti tipi di armatori, sono un fiore all’occhiello per i loro rispettivi mercati.

Atlantis 45

L’Atlantis 45, primo modello ad essere presentato dal cantiere di Avigliana nella stagione 2019-2020, è l’erede del predecessore Atlantis 43. Dalla linea più decisa e più sportiva, lungo 14,6 metri fuori tutto, è uno yacht raffinato e grintoso. Se il modello precedente era stato un successo, con oltre 140 esemplari consegnati in 4 anni, l’Atlantis 45 è già sulla buona strada.

Curato in tutte le sue forme da Neo Design, in collaborazione con Azimut, presenta due cabine, una armatoriale a prua e una doppia a poppa con due letti singoli che si possono unire e diventare un letto matrimoniale. I bagni sono due, entrambi con box doccia separato. Il layout di sottocoperta nasce dalla volontà di mantenere, come nel modello precedente, dinette e cucina in posizione contrapposta.

I prendisole, a poppa e a prua, sono spaziosi e ben organizzati. La visuale, dalla postazione di guida, è ampia e sgombra da qualsiasi montante. Il garage di poppa può ospitare un tender fino a 2, 5 metri. Motorizzato con due motori Volvo IPS 600 da 440 Hp e dotato di un serbatoio da 1000 litri, garantisce prestazioni decise e una discreta autonomia. L’hard top, elettrico, si apre completamente per lasciare scoperta la zona guida e il living.

78 Flybridge

Il 78 Flybridge incarna in tutto e per tutto il trait d’union tra il 72 e la linea Azimut Grande, rispecchiando sempre di più il desiderio di crescita, dal punto di vista spaziale, della clientela. Lungo 23,60 metri, offre il massimo in termini di comfort e privacy.

Al centro della ricerca progettistica c’è sempre l’utilizzo dello spazio. L’obiettivo, infatti, era proprio quello di ricreare ambienti simili ad imbarcazioni di grandezze superiori su uno yacht di poco meno di 24 metri. Traguardo raggiunto. Alberto Mancini e Achille Salvagni, rispettivamente exterior e interior designers, hanno raccolto la sfida lanciata loro da Azimut e hanno sviluppato un’imbarcazione che fosse perfettamente in equilibrio tra linee dinamiche e spazi sempre più ampi.

Le linee esterne si rifanno in modo particolare all’idea di movimento tipica del futurismo. Ammirando da fuori il 78 piedi si ha l’impressione che si muova verso un’altra dimensione. Questo gioco, enfatizzato dall’utilizzo di chiaro scuri, è cruciale e diventa esso stesso motivo di arredo. La sovrastruttura accompagna in maniera eccelsa l’occhio del pubblico verso l’orizzonte a prua.

Gli interni, invece, affidati a Salvagni, prevedono due layout: la versione lounge, con il main deck arredato da due grandi divani e un tavolo trasformabile e la versione classica, con una zona dining per 8 persone e un divano ad elle. È il primo yacht della linea Flybridge a montare 3 motori invece di 2. Il 78, infatti, è dotato di 3 motori Volvo IPS 1200 da 900 Hp nella versione base, oppure 3 motori Volvo IPS 1350 da 1000 Hp.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione