Baia Blu d'Oriente: marina di extralusso alla foce dello Yangtze che parla ligure

Il gigantesco resort nasce dalla partenership di investitori cinesi e aziende italiane: tra i protagonisti Lu Shan, imprenditore residente a Spezia da 20 anni

7 Ottobre 2011 | di Redazione Liguria Nautica

In uno dei più suggestivi arcipelaghi della Cina sud-orientale, in una baia dell’isola di Zhujiajian, sorgerà una “Baia Blu” a basso impatto ambientale: sarà espressione di gusto, qualità e design tipici del Made in Italy. Le sinergie tra Italia e la più grande potenza economica del mondo finalizzate al progetto “Baia Blu d’Oriente”risalgono al 2005, quando è iniziata una stretta collaborazione tra i comuni di Zhoushan (situato alla foce del fiume Yangtze) e La Spezia. Nel novembre del 2012, la Provincia del capoluogo ligure,la Camera di Commercio e l’Autorità Portuale spezzina, insieme all’amministrazione di Zhoushan, hanno sottoscritto un accordo di “collaborazione economica e amicizia” volto a promuovere, sviluppare e sostenereprogetti di investimento bilaterali.

 

Il tycoon cinese vive a La Spezia – Perché di questo di tratta: l’idea progettuale di “Baia Blu” ha tra i suoi protagonisti Lu Shan, imprenditore cinese che vive alla Spezia da più di vent’anni ela Proship, società di projecting che opera sul mercato asiatico.

“Baia Blu d’Oriente” sarà il primo “villaggio in stile italiano del lusso ecologico” della storia, ideato e gestito in partnership tra aziende italiane e investitori cinesi: la “dolce vita” dei paisà al servizio del Sol Levante.

 

Una struttura “smart” – È prevista la realizzazione di una marina ultramoderna con yacht club, aree residenziali esclusive , resort fino a sette stelle (sic!), aree verdi e specchi d’acqua in movimento, aree pedonali per lo shopping e il tempo libero. E non è finita qui: un teatro, un acquario polifunzionale e una zona produttiva per la costruzione e la manutenzione degli yacht. Soluzioni architettoniche e tecnologiche garantiranno di rispettare i moderni criteri di risparmio energetico e di impatto ambientale: ogni edificio sarà realizzato con materiali ecosostenibili e elementi naturali. Al fine di conservare l’energia e di trarne di nuova da fonti “pulite”, saranno sfruttati la ventilazione, la luce, il riscaldamento e l’acqua, con turbine eoliche innovative e pannelli solari di ultima concezione.

 

I numeri di “Baia Blu d’Oriente” – I lavori per la realizzazione del futuristico complesso partiranno a maggio del 2012: 1.200 posti barca da10 a70 metri,70.000 metri quadrati per la cantieristica, teatro da 6.000 posti, un’area commerciale da130.000 metri quadrati proporrà 400 attività di prodotti italiani di alta qualità, quali elicotteri, automobili, arredamento, abbigliamento, scarpe, borse, orologi, accessori, cosmetici, vino, alimentari, ristorazione. E poi le ville nelle zone collinari dell’isola, e le aree residenziali di lusso. Il costo preventivo dei lavori (secondo l’ufficio stampa) sarà di circa 1 miliardo di dollari. Sono ricchi questi cinesi.

 

Eugenio Ruocco

 

ECCO I RENDERING DELL’INCREDIBILE “BAIA BLU D’ORIENTE”:

[nggallery id=40]

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione