Force Blue, chiesti 4 anni per Flavio Briatore

Le accuse per Briatore sono di avere usato il megayacht per uso diportistico in acque territoriali italiane

13 Maggio 2017 | di Gregorio Ferrari
Per l'evasione fiscale legata al mega yacht Force Blue, in foto, sono stati chiesti 4 anni per Flavio Briatore
Per l'evasione fiscale legata al mega yacht Force Blue, in foto, sono stati chiesti 4 anni per Flavio Briatore

Giuseppe Geremia, sostituto procuratore generale di Genova, ha chiesto in appello 4 anni di carcere per l’imprenditore Flavio Briatore, che era già stato condannato in primo grado ad un anno e 11 mesi per reati fiscali legati al noleggio del mega yacht Force Blue. L’imbarcazione di 63 metri, sequestrata nel 2010 dalla Guardia di Finanza al largo di La Spezia, è attualmente ormeggiata a Genova Sestri Ponente.

L’imprenditore italiano non è l’unico coinvolto nella vicenda: il procuratore generale e i pm Patrizia Petruzziello e Walter Cotugno hanno chiesto infatti 3 anni e 8 mesi per il comandante dello yacht, Ferdinando Tarquini (condannato a un anno e 11 mesi in primo grado con la condizionale). Per gli ex amministratori della Autumn Sailing Ltd, società proprietaria del megayacht, Dominique Warluzel e Maria Pia De Fusco, sono stati chiesti rispettivamente 2 anni e 6 mesi e 2 anni di reclusione. E’ stata infine richiesta l’applicazione dell’aggravante per la transazionalità del reato, dal momento che sarebbero stati utilizzati collaboratori operanti in diversi Paesi esteri.

Flavio Briatore accusato di evasione fiscale 

L’ accusa per l’imprenditore piemontese è di avere utilizzato il megayacht per uso diportistico in acque territoriali italiane dal luglio 2006 al maggio 2010 simulando un’attività commerciale di noleggio, senza però versare l’Iva relativa all’importazione, che si aggirava intorno ai 3,6 milioni di euro. E’ stato inoltre contestato l’uso di carburante esente da accise mentre risultava soggetto a imposte, oltre all’emissione di fatture per operazioni inesistenti. Il processo riprenderà il 30 maggio.

“Io evasore? Non ci ho mai pensato”. Le parole di Flavio Briatore due anni fa, all’inizio del processo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

Mercato nautica

Caso Force Blue, Briatore a Genova per l’udienza

  • 22 Novembre 2013

L’imprenditore piemontese Flavio Briatore si è presentato in tribunale a Genova per l’udienza preliminare che lo vede sul banco degli imputati per il mancato pagamento delle accise e dell’Iva nell’utilizzo del megayacht Force Blue

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione