Cancellata la tappa di Trapani delle Extreme Sailing Series

La Provincia di Trapani e la Regione Sicilia non hanno rispettato il contratto con OC Sport e gli organizzatori hanno annullato l'evento

5 Settembre 2012 | di Redazione Liguria Nautica

Verrebbe da dire:”Siamo alle solite”! L’accaduto che stiamo per raccontarvi suona infatti come il tipico malaffare made in Italy, sponda Regione Sicilia. Dal 13 al 16 settembre era in programma a Trapani l’act 6 delle Extreme Sailing Series, circuito di regate internazionale degli Extreme 40, catamarani molto performanti simili agli AC45. L’evento è saltato a causa del mancato rispetto degli accordi contrattuali da parte della Provincia di Trapani e della Regione Sicilia, che avevano ricevuto dal governo nazionale e dalla società OC Sport, organizzatrice della regata, finanziamenti per realizzare le Extreme Series per tre stagioni consecutive.

 

Trapani aveva infatti già ospitato due edizioni dell’evento, nel 2010 e nel 2011, riscuotendo un grande successo di pubblico e la soddisfazione dei velisti per le splendide condizioni atmosferiche del posto. IMark Turner, Executive Chairman di OC Sport, ha spiegato in un comunicato i dettagli dell’accaduto:

 

“Nel 2010 e nel 2011 Trapani aveva ospitato due spettacolari eventi delle Extreme Sailing Series. L’aspetto più frustrante di tutta la vicenda è il fatto che i fondi necessari sono stati assegnati dal Governo Centrale di Roma alla Regione Sicilia per organizzare questo evento per tre anni consecutivi. Il 2012 sarebbe stato il terzo anno. Tutte le nostre richieste di chiarimenti degli ultimi tre mesi sono state sviate o non hanno ricevuto risposta. Il caos politico ed economico che caratterizza la Regione ha avuto certamente la sua importanza in tutto questo. Soltanto questa settimana la Regione Sicilia ci ha informato che avremmo dovuto aspettare fino al 5 settembre per avere da parte loro la conferma finale sugli impegni contrattuali assunti. Oggettivamente troppo tardi per organizzare in soli sette giorni la spedizione delle barche e l’allestimento di tutte le strutture necessarie per realizzare un evento di successo come quelli organizzati negli ultimi due anni. Quanto accaduto lascia seri dubbi sulle capacità della Regione di organizzare professionalmente eventi velici e sportivi di caratura internazionale”

 

M.G.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

1 commento

  1. Gaetano ha detto:

    Sicuramente hanno speso i soldi per assumere qualche “forestale”
    Regione a STATUTO SPECIALE e noi …..paghiamo

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione