Clamoroso, Schettino fa campagna elettorale in Campania

Dalla strage del Concordia all'appoggio di un candidato a sindaco in Campania, l'incredibile parabola di Francesco Schettino in un paese anormale

23 maggio 2014 | di Redazione Liguria Nautica

In un paese normale tutto questo probabilmente non accadrebbe. In un paese normale le persone che abitano su una piccola isola non si ritroverebbero mai con una nave di 290 metri adagiata sulle proprie coste. In un paese normale l’autore di questo disastro, dato il suo tentativo di fuga, dovrebbe essere messo sotto custodia cautelare in attesa del giudizio. In un paese normale sempre lo stesso personaggio non dovrebbe frequentare politici o dare sostegno a chicchessia.

 

In un paese anormale Francesco Schettino è attualmente un uomo libero nonostante le 32 vittime del Concordia , talmente libero che può permettersi di fare propaganda elettorale per un candidato sindaco in Campania, precisamente a Meta. In un paese anormale c’è un partito che è costretto all’affanno per smentire questa notizia dopo avere incassato le dichiarazioni del Comandante. In un paese anormale la bussola della questione morale e dell’etica perde il suo polo magnetico e tutto diventa drammaticamente possibile.

Potrebbe interessarti anche

Mercato nautica

Costa Concordia: rimossa la prima piattaforma

  • 28 luglio 2015

E' stata rimossa la prima delle sei piattaforme utilizzate per appoggiare la Costa Concordia. Sono state usate per facilitare la rotazione dell'imbarcazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7 commenti

  1. ugo nazzarro ha detto:

    qui il cialtrone non è lui, ma chi lo coinvolge. Andrà a fondo….

  2. John ha detto:

    La politica è l’unica possibilità per un incapace!

  3. EDGARDO BILLIA ha detto:

    Non ho l’autorità morale di giudicare qualsiasi persona; posso solo dire che il sig. Schettino forse non sa cosa sia la dignità.

  4. mario ha detto:

    In una Italia normale tutto ciò non accadrebbe

  5. Giuliano ha detto:

    Meno male che l’Italia e’ un paese democratico dove ognuno puo’ esprimere le sue idee ha detto il

    nostro Presidente della Repubblica NAPOLITANO se no sarebbe una dittaura senza espressioni!!!

  6. Giuliano ha detto:

    Un c.te amico mio per non aver visto un sub nell’acqua lo ha ucciso e lo hanno messo in galera subito.

    Questo 32 morti gira ancora libero ,ma dove siamo nel paese della” legge e’uguale per tutti”

    Ecco le differenze delle applicazioni delle leggi italiane.

  7. Giuliano ha detto:

    Buongiorno sono un C.te marittimo come lo Schettino,

    Vergogna Vergogna e piu complice la magistratura che non lo ha ancora messo in galera.

    Giuliano Del Chiaro

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione