"Com'è profondo il mare", per dire no alle trivellazioni

La canzone di Lucio Dalla diventa l'inno di questa battaglia. Lo stesso cantautore bolognese si era impegnato in prima persona per questa causa

20 Maggio 2015 | di Redazione Liguria Nautica

Trivelle nel Mediterraneo

Prosegue la querelle delle trivellazioni in mare: tra proteste e rimostranze ora spunta anche la canzone simbolo di questa battaglia. Stiamo parlando di ‘Com’è profondo il mare’ di Lucio Dalla – artista che si era impegnato contro la petrolizzazione dell’Adriatico – inno ufficiale del ‘no’ al petrolio.

 
L’iniziativa parte dall’Abruzzo, regione che negli ultimi anni è divenuta il simbolo della lotta alle piattaforme e in cui sabato prossimo, 23 maggio, si svolgerà una nuova maxi manifestazione. La direttiva europea è finalizzata a stabilire come gli Stati membri debbano prevenire il rischio di incidenti gravi e come intervenire qualora avvengano. Il provvedimento prevede che vengano redatti piani di sicurezza interni ed esterni, nonché che sia effettuata la valutazione della capacità finanziaria delle aziende coinvolte, che devono saper gestire tutte le problematiche connesse agli incidenti, compresi eventuali risarcimenti.
Una misura attesa da molti anni, così come in Italia si attendeva il suo recepimento, ma ora è fondamentale capire come lo Stato la applicherà”, commenta il Forum abruzzese dei movimenti per l’acqua, secondo cui, comunque, sono gli stessi contenuti del provvedimento a far capire che “il rischio zero non esiste e quanto l’impatto di eventuali incidenti possa essere rilevante sull’economia turistica e della pesca, sull’ambiente e sulla salute”.

 

Intanto si allarga sempre più il fronte del ‘no’ alle trivelle: se a Seattle centinaia di persone hanno manifestato in canoa nel porto della città contro la ripresa delle trivellazioni nelle acque dell’Artico, l’Abruzzo si prepara ad una nuova “marcia”, sabato a Lanciano, dopo quella storica dell’aprile 2013, quando per le vie di Pescara, contro il progetto Ombrina Mare, sfilò un fiume di persone, ben 40mila secondo gli organizzatori.
Ora questa battaglia ha anche una melodia: ‘Com’è profondo il mare’ di Lucio Dalla, rivisitato da 35 artisti abruzzesi, diventa l’inno che grida “basta” a questa deriva petrolifera.

Argomenti: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione