CONSIGLI PER L'USATO – Un Meteor è per tutti

Disegnata nel 1968 da Van De Stadt, il Meteor fu una barca riuscitissima che ancora oggi continua a divertire gli appassionati

8 aprile 2013 | di Redazione Liguria Nautica

 Era il Salone di Genova del 1968 e per le banchine si aggirava un giovane architetto in cerca di fortuna, E.G. Van De Stadt. Nella sua borsa alcuni fogli con dei disegni, quelli di una piccola barca, il glorioso Meteor. Van De Stadt andò al Salone di Genova in cerca di un cantiere che credesse in quella piccola grande barca fino al punto di decidere di costruirla.

Ad ascoltarlo trovò l’azienda Sipla, casa di Forlì specializzata in produzione di resine e nella costruzione di piccole barche a vela. La storia di una delle barche più riuscite nel mondo della vela poteva così iniziare, dalla matita di un giovane architetto, ascoltato da un piccolo cantiere agli esordi.

 

Il risultato fu un successo che ha pochi eguali in termini di esemplari venduti e diffusione. Barca solida e marina, ben costruita e dal costo accessibile. Adatta alle regate di circolo o a chi desidera muovere i primi passi nel mondo della vela: il Meteor è infatti usato spesso come barca-scuola. Per il pubblico più giovane è possibile attrezzarlo fare campeggio nautico, essendo dotata di una piccola cabina a prua dove possono essere installate delle cuccette e un cucinino.

 

Con un’estetica piuttosto innovativa per quei tempi, il Meteor continua ancora ad avere successo. Lo testimonia la grande vitalità dell’ associazione di classe, che dai laghi fino a ogni angolo d’Italia organizza raduni e regate per i meteoristi.

Il piano velico della barca è contenuto, con una randa di poco inferiore ai 10mq e un genoa intorno ai 12. La barca soffre un po’ con vento leggero ma in compenso si comporta benissimo non appena sale un po’ l’aria, con un passaggio sull’onda morbido che perdona anche gli errori dei meno esperti. In definitiva una piccola-grande barca, adatta a tutti, facile da gestire e dai costi relativamente bassi. Il dato sorprendente è che il Meteor, a quasi quarant’anni dalla sua nascita, è ancora in produzione: lo costruisce oggi il Cantiere Nautica Lodi . Il mercato dell’usato offre però una vasta scelta: per una barca che ha vent’anni di età bastano poche migliaia di euro; per una del 2008 la quotaziane oscilla intorno ai 10000 euro.

 

SCHEDA TECNICA

Progetto: Van de Stad (1968)

Lunghezza scafo: 6.00 m

Dislocamento: 770 Kg

Randa: 9.55 m²

Genoa: 12.00 m²

Fiocco: 8.35 m²

Tormentina: 4.05 m²

Spinnaker: 26.00 m²

 

Mauro Giuffrè

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 commento

  1. cristoforo colombo ha detto:

    Ho avuto un Meteor Sport con deriva basculante ed armato in testa d’albero per una decina d’anni, poi un Benetauu First 345, poi un Comet 375 sino al Bavaria 41 di oggi.
    Ma le emozioni del Meteor in regata sono state irripetibili.

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione