Corsica Sardinia Ferries: arriva il radar per evitare le collisioni con i cetacei e segnalare dove si trovano

Le “Navi gialle” collaborano alla salvaguardia del Santuario Pelagos, con una tecnologia che permette di tutelare e studiare lo spostamento dei mammiferi marini.

11 Agosto 2017 | di Giuseppe Orrù
Corsica Sardinia Ferries: il ponte di comando
Ponte di comando di una nave della Corsica Sardinia Ferries

Si chiama “Recept” ed è una sorta di radar che permette di monitorare la presenza di cetacei in mare, registrare i loro spostamenti e, se installato a bordo di una nave, prevenire le collisioni tra il bulbo e i mammiferi marini che nuotano nel Santuario Pelagos, quel quadrato di mare tra Liguria, Toscana, Sardegna e Costa Azzurra, con al centro la Corsica, dove vivono molti dei cetacei del Mediterraneo. Questo sofisticato sistema informatico è stato installato anche a bordo di quattro unità della flotta Corsica Sardinia Ferries: Pascal Lota, Mega Express, Mega Express Four e Mega Andrea. Sono quattro delle “Navi gialle” che navigano nel cuore del Santuario dei cetacei, tra Savona (Vado Ligure), la Francia (Nizza e Tolone) e la Corsica e tra Livorno, Piombino e Golfo Aranci.

Al progetto “Recept” (“Realtime plotting of cetaceans”), una rete informatica che permette alle navi di informarsi in tempo reale sulle posizioni dei cetacei avvistati durante la navigazione, riducendo i rischi di collisione, collaborano il WWF di Italia e Francia nell’ambito di un quadro internazionale per la tutela della biodiversità.  Si tratta di un “avvistamento attivo”: il personale di guardia in plancia di comando, infatti, trasmette ogni avvistamento via satellite a un server a terra. Il server registra i dati e invia un avviso a tutte le navi dotate di “Recept” a bordo. Sullo strumento cartografico di bordo vengono poi evidenziate le zone più “a rischio”, ovvero quelle in cui è più probabile incontrare dei cetacei, mentre un allarme personalizzato avvisa i membri dell’equipaggio dell’eventuale rischio di scontrarsi con un grande mammifero marino.

L’installazione del “Recept” a bordo di quattro navi è solo l’ultimo segnale di attenzione all’ambiente da parte della compagnia di Vado Ligure. Sono diverse le “buone pratiche” che rendono le “Navi gialle” attente all’habitat marino e di terraferma. Le boutique di bordo, ad esempio, non utilizzano sacchetti di plastica e in tutti gli uffici della compagnia la carta è riciclata così come quella di tutte le brochure e del materiale informativo diffuso al pubblico.

Corsica Sardinia Ferries, che gestisce una flotta di 13 navi, periodicamente promuove campagne legate al rispetto dell’ambiente, con la realizzazione e la divulgazione di stampati destinati soprattutto ai bambini. Da oltre 20 anni la compagnia supporta inoltre i Centri di Ricerche, ospitandoli a bordo nella fase di monitoraggio dei cetacei finalizzata alla conservazione dei mammiferi marini, come il Centro Ricerche Ambientali Biologiche, l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale e la Fondazione Cima (Centro Internazionale in Monitoraggio Ambientale). La compagnia è anche partner del progetto internazionale “Monitoring Ferry – Pelagos 2011/2012”, con il coinvolgimento dell’Istituto francese EcoOcéan e, dal 2008 al 2010, ha sostenuto il progetto del Cnr “Lepidotteri in Sardegna”.

 

Giuseppe Orrù

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il lettore è responsabile a titolo individuale per i contenuti dei propri commenti. In alcun modo le idee, le opinioni, i contenuti inseriti dai lettori nei commenti ad articoli e notizie rappresentano l’opinione dell’editore, della redazione o del direttore responsabile.
Il lettore non può pubblicare contenuti che presentino rilievi di carattere diffamatorio, calunniatorio, osceno, pornografico, abusivo o a qualsiasi titolo illecito e/o illegale, né assumere atteggiamenti violenti o aggredire verbalmente gli altri lettori.
La segnalazione di eventuali contenuti diffamatori, offensivi o illeciti e/o illegali può essere effettuata all’indirizzo e-mail info@ligurianautica.com, specificando il contenuto oggetto della segnalazione attraverso link diretto. La redazione provvederà a verificare il contenuto e prenderà eventuali provvedimenti nel più breve tempo possibile.

Potrebbe interessarti anche

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Privacy policy | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione