Costa Allegra alla deriva nell'Oceano Indiano per un incendio a bordo

Altri guai per la Costa Crociere. Un incendio a bordo ha fatto restare senza motori la Costa Allegra, 250 miglia al largo delle Seychelles. A bordo più di mille persone, tra cui 212 italiani

27 febbraio 2012 | di Redazione Liguria Nautica

Dopo le vicende legate alla Concordia, ecco un altro grosso problema in casa Costa Crociere. Il problema si chiama Costa Allegra: il traghetto è alla deriva nell’Oceano Indiano, a circa 250 miglia dalla costa. Alle 10.39 (ora italiana) un incendio è divampato a bordo, stando alle notizie provenienti al sito marittimo Lloyd’s List.

 

Condizioni difficili – Le condimeteo, purtroppo, non sono tra le più rosee: mare forza 4 con raffiche fino a 25 nodi. L’Allegra, pur senza mezzi di propulsione funzionanti, non ha subito danni ai sistemi di comunicazione. A bordo ci sono 636 passeggeri provenienti da varie nazionalità e 413 membri dell’equipaggio (gli italiani sono 212, 126 passeggeri e 86 membri dell’equipaggio).

 

Stanno tutti bene – «Non ci sono problemi per la sicurezza e per i passeggeri italiani della nave Costa Allegra in navigazione al largo delle Seychelles, secondo quanto confermato dalle autorità locali». A renderlo noto è il console delle Seychelles, Claudio Izzi. «L’incendio è stato domato, la nave era partita dalle Mauritius in rotta per le Seychelles dove doveva arrivare domani mattina alle 8. Ora si trova a 200 miglia a sud-ovest delle Seychelles e a circa 20 miglia da Alphonse Island». Una volta spento l’incendio, la centrale operativa della Guardia Costiera italiana ha allertato le autorità delle isole Seychelles competenti territorialmente per il soccorso, individuando navi mercantili da dirottare verso la Costa Allegra. A bordo comunque stanno tutti bene. C’è un black-out ma i passeggeri sono stati radunati presso i punti di raccolta ed emergenza della nave.

 

La Costa Allegra – Il bolide, di proprietà della Costa e della Carnival (lungo 187 metri e con un dislocamento di 28.500 tonnellate, sospinto da 4 motori principali Wartsila 6R46 da 4.800 kw l’uno, più tre ulteriori generatori), era stato varato nel 1969 come nave mercantile ma nel 1992 la compagnia genovese l’ha acquistata facendola diventare un traghetto da crociera, ricostruendola e portando a termine un ulteriore restauro nel 2001, facendole valere il soprannome di “Nave di Cristallo”. Speriamo che non sia altrettanto fragile.

 

e.r.

Potrebbe interessarti anche

Shipping

Costa Crociere, tutte le novità dell’estate 2018

  • 3 ottobre 2017

In attesa dell’arrivo delle nuove navi ordinate, la compagnia genovese riposiziona Costa Victoria nel Mediterraneo e annuncia la vendita di Costa neoClassica. Costa Victoria navigherà tra le Baleari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 commento

  1. Gaetano ha detto:

    Forse con questo ulteriore incidente la Carnival potra’ rimuovere parte dello staff di Costa e sostituirlo con il suo.Lo staff e’ lo stesso della Concordia ………….Sembra veramente strano che sia fuori uso sia il motore che tutti gli elettrogeni e che l’unico a funzionare sia solo il gruppo di emergenza (in alto) usato per comunicazioni e batterie di emergenza.Solitamente il locale motore e’ diviso dal locale generatori.L’accaduto deve aver distrutto qualsiasi stazione o sottostazione elettrica.A fronte di cio’ aspetteremo il responso dello staff tecnico……..

© Copyright 2006 - 2017 Liguria Nautica - Testata giornalistica on-line del turismo nautico in Liguria,
registrato al nr. 20/2011 con autorizzazione nr. 159/2011 del Tribunale di Genova dal 23 sett. 2011 Editore Carmolab SAS - P. Iva. 01784640995 - Direttore Responsabile: Alessandro Fossati
Tutti i contenuti e le immagini di proprietà di Liguria Nautica sono liberamente riproducibili previa citazione della fonte con link attivo

Pubblicità | Redazione | Informativa cookies | Contatti

sito realizzato da SUNDAY Comunicazione